Varese

Fli, tra gli iscritti on line anche l’ex sindaco Fumagalli

L'ex sindaco di Varese, Aldo Fumagalli

Finale di congresso movimentato per il Fli della provincia di Varese. Dentro e fuori dalla Sala Montanari, dove si è svolta la prima assise del partito di Fini, si è registrato uno scontro tra la maggioranza, guidata dal coordinatore provinciale uscente, Luca Ferrazzi, e la minoranza di Laura Caruso, presidente dei circoli Fli, che ha minacciato ricorsi. Uno scontro che ha portato anche a qualche spintone e a qualche insulto. Con intervento di un paio di agenti Digos.

Un congresso che ieri si è protratto fino alle prime ore del pomeriggio. Partito in discesa, con un solo candidato al coordinamento provinciale, l’uscente Ferrazzi, ha registrato alcuni, imprevedibili colpi di scena. A partire da un secondo candidato che si è presentato alla platea all’improvviso, il bustocco Piero Garavaglia, avvocato, professore all’Università di Torino che, insieme, alla Caruso ha fatto partire un’offensiva contro Ferrazzi.

Tra le basi del blitz anti-Ferrazzi, un centinaio di militanti che si è iscritto, nelle ultime ore prima del congresso, facendo ricorso ad Internet. Era infatti possibile iscriversi on line al partito di Fini, una possibilità che ha aperto una falla nella maggioranza controllata da Ferrazzi che comunque, alla fine, è stato rieletto con il 98% dei consensi.

Un iscritto on line che ha fatto molto discutere è stato l’ex sindaco di Varese, Aldo Fumagalli, presente in aula, ma poco propenso a farsi fotografare. Fumagalli, sotto processo a Varese per peculato e concussione, si è iscritto al partito. Un’iscrizione che ha provocato qualche imbarazzo tra i delegati presenti al congresso. “Si è liberi di iscriversi, poi saranno gli organi competenti a valutare le iscrizioni”, dice l’ex assessore comunale Salvatore Giordano. “Si risulta iscritti se nessuno solleva motivate ragioni di opposizione”, chiarisce Ferrazzi. E si trincera dietro ad un “lo abbiamo saputo solo stanotte, perchè solo stanotte abbiamo avuto gli elenchi”.

Un vero autogol, la possibilità di iscriversi on line, una soluzione che ha sollevato non poche polemiche anche nel corso del congresso.

3 dicembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi