Varese

Ad Arcari dedicata tribuna d’onore del Franco Ossola

Vera Portadino ricorda Arcari. Accanto a lei il giornalista Gianfranco Giuliani

Lo ha accennato giustamente il sindaco di Varese, Attilio Fontana, questa mattina, allo Stadio Franco Ossola. Si è rivolto a Guido Borghi per invitarlo a prendere la parola, e gli ha detto, indicando la targa che stava per essere scoperta: “Si ricostituisce la grande coppia”. La nuova targa, scoperta oggi dal sindaco e dalla nipote Vera Portatadino, è stata infatti collocata proprio sotto a quella di “mister Ignis”. Con la intitolazione della tribuna d’onore dell’impianto sportivo di Masnago a Bruno Arcari, infatti, si torna a parlare di anni meravigliosi per la squadra varesina, quando Arcari era diventato “mister a tempo pieno” e il proprietario della squadra era tornato ad essere il Cumenda per antonomasia, Giovanni Borghi.

Un momento d’oro, per il calcio varesino. Anni eroici ricordati da Fontana, quando il Varese le suonò di santa ragione alla Juve, con un mitico cinque a zero. “Una gioia doppia, per me – dice il sindaco -, sia perchè tifo Varese, sia perchè sono un tifoso anti-Juve”. Tra dirigenza del Varese Calcio e vecchie glorie con qualche lacrima sul viso, è stato Gianfranco Giuliani, firma di punta del quotidiano “La Prealpina”, a ricordare la grande vita e la grande passione, prima come calciatore e poi come allenatore di Arcari. Giuliani ha ricordato il bel libro dedicato ad Arcari dalla Lativa qualche anno fa, un volume che ha raccolto le “grandi firme” del nostro giornalismo locale, da Maniglio Botti a Pierfausto Vedani, da Gaspare Morgione a Mario Lodi, per finire ai più giovani Giuliani, Max Lodi, Paolo Costa.

Ma il momento più toccante è stata la testimonianza di Vera Portatadino, una delle nipoti di Arcari, che con una punta di commozione ha proposto un ritratto molto privato del grande sportivo, un ritratto fatto di affetto e simpatia, ma anche di una ricca serie di aneddoti tratti dai tanti materiali raccolti con affetto dalla famiglia.

E’ stata scoperta la targa dal sindaco Fontana, dagli assessori comunali Clerici e Piazza, oltre che da Guido Borghi, che ha rimarcato come uomini di grandi valori e di v era passione per lo sport come Arcari oggi se ne vedono in giro davvero pochi.

2 dicembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi