Varese

In 12 scatti la bellezza di Varese. Con “La Prealpina”

La copertina del calendario

Il primo anno è stato la rappresentazione di un sogno, singolare ed alato, come ogni visione onirica. Poi si è passati alle manifestazioni più tradizionali, alle feste popolari di Varese. Questa volta si punta su alcune tra le più forti visioni di bellezza che ci offre il nostro territorio. Al suo terzo anno, “Il Calendario di Varese” targato quotidiano “la Prealpina”, in edicola gratis con il quotidiano sabato prossimo, ha come titolo un’espressione forse un po’ sofisticata, ma certamente suggestiva: “2012, l’anima del confine”.

Il calendario è diventato orami un appuntamento fisso di fine anno. Anche questa volta è stato ideato da Flavio Ibba, presentato questa mattina da Angelo Adorisio, alla presenza dell’assessore comunale Sergio Ghiringhelli e della giovane Paola Ferrario, in rappresentanza della proprietà del quotidiano. Una presentazione sobria, che ha fatto di Riccardo Ranza, autore dei dodici scatti del calendario, il vero protagonista, che ha ricevuto dalle mani dell’assessore un riconoscimento.

Le immagini non sono inedite, ma provengono da un volume fotografico edito da Quirici. Ranza ha raccontato il suo percorso nel mondo della fotografia, confessando il debito verso il padre fotografo e il maestro della fotografia Mario De Biase.

- FOTOGALLERY

30 novembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi