Varese

Nicoletti: no a Varese Europea e al Teatro Santuccio

Tagli ai costi della politica in Consiglio comunale

Sarà discussa nel prossimo Consiglio comunale di Varese, convocato per mercoledì 30 novembre, la proposta targata Movimento Libero per la riduzione dei costi della politica cittadina. Nella mozione depositata a luglio a Palazzo Estense, dal leader di ML e consigliere comunale di Varese, Alessio Nicoletti, sono quattro, infatti, gli impegni per l’Amministrazione Comunale: la diminuzione delle indennità dei componenti della Giunta Comunale di almeno il 10%; la diminuzione dei gettoni di presenza dei Consiglieri Comunali di almeno il 20%; limitare consulenze ed incarichi esterni, con particolare attenzione alla progettazione, e verifica dell’indispensabilità di quelli assegnati, con una comunicazione annuale alle commissioni competenti; ridurre le indennità dei nominati nelle partecipate e/o controllate del Comune di Varese di almeno il 20% e di verificare lo scioglimento di Varese Risorse e Avt Spa.

“Una proposta articolata- commenta oggi Nicoletti- che speriamo possa essere seriamente discussa, modificata se necessario, ed approvata dall’intero Consiglio Comunale. Questa proposta, già di per se molto articolata, rientra in un pacchetto di proposte avanzate da Movimento Libero dall’inizio del nuovo mandato amministrativo per ridurre i costi e mantenere inalterati i servizi al cittadino, senza dover inasprire ulteriormente la già elevatissima pressione fiscale comunale. Ricordiamo infatti che, oltre a questa proposta, abbiamo già chiesto all’Amministrazione Comunale di uscire da Varese Europea(60.000 euro), di non rinnovare il contratto per il Teatrino Santuccio (63.500 euro) e di alienare le quote di partecipazione (0,03%) del Comune di Varese in Sea. “

28 novembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Nicoletti: no a Varese Europea e al Teatro Santuccio

  1. Mario Martone via Facebook il 28 novembre 2011, ore 17:35

    60.000 + 63.500 = 123.500 euro all’anno non sono pochi. Forse sarebbe il caso di riflettere se sono realmente necessarie queste spese.

  2. ester il 28 novembre 2011, ore 20:26

    io non conosco i meccanismi e le regole alla base delle strutture politiche comunali,però mi sembra che si continuino a ripetere le stesse cose,secondo un copione già visto e che non si tagli un bel niente,tanto che poi si deve dire che la giunta blinda Varese Europea o quant’altro.Nicoletti propone giuste mozioni.Ma il Pd,l’Udc,il Sel, il mov5Stelle ecc. che fanno?Ho letto discorsi articolati ma a mio avviso fumosi del Pd su Varese europea,ad es.Spero che non recitino tutti un copione e che poi in realtà scelte e decisioni non siano a favore dei poteri forti dell’edilizia,dell’industria e della finanza,più o meno occulti.Spero di essere troppo pessimista.

Rispondi