Varese

Al Comune appartamento confiscato

La bicicletta donata a Maroni dalla Polizia di Varese

Quando, a metà ottobre, era trapelata la notizia che un appartamento in via Avegno, di proprietà di un malavitoso, era stato assegnato al Comune di Varese, non si poteva certo immaginare che, nel breve volgere di poco più di un mese, tutto sarebbe cambiato nella politica nazionale. Soprattutto che il ministro dell’Interno non sarebbe più stato ministro dell’Interno. Parliamo del leghista Roberto Maroni.

Così, questa mattina, in Salone Estense a Varese, a presenziare alla presentazione del passaggio dell’appartamento confiscato al Comune, in prima fila c’era il deputato Maroni, benché molti, nei loro interventi, lo abbiano continuato a chiamare ministro. Anzi, l’appuntamento organizzato a Palazzo Estense è apparso come una glorificazione dell’ex ministro leghista.

Tutti hanno elogiato i tanti meriti dell’ex ministro. Come ha ricordato il questore Cardona, la struttura è giunta presto al Comune e sarà a costo zero. Un luogo che sarà utilizzato soprattutto per l’audizione protetta di minori e donne che hanno subìto violenze nel corso di inchieste.”E tutto questo è nato sotto l’egida del ministro Maroni”, ha detto il questore. Un elogio condiviso dal prefetto Caruso, che lo stesso Maroni ha messo al vertice dell’Agenzia Nazionale sui beni confiscati e sequestrati ad organizzazioni criminali. “Tutto è dovuto al ministro Maroni, che ha voluto fortemente questa Agenzia”, ha sostenuto Caruso, ex questore di Palermo e di Roma. ”Ringrazio Maroni – ha chiosato Fontana, sindaco di Varese – e spero che la lotta alla criminalità organizzata prosegua con lo stesso impegno e gli stessi risultati”. Infine il rettore dell’Università dell’Insubria, Dionigi, ha elogiato la capacità di mettere insieme tante realtà diverse. “Un momento storico, che ha avuto come grande regista il ministro Maroni”.

L’appartamento sequestrato ad un pregiudicato legato all’usura, è stato messo a disposizione per minori e donne. Allo stesso pregiudicato sono state sequestrate anche esercizi commerciali e autovetture ora utilizzate dalle Forze dell’ordine di Varese. Un importante risultato che è stato raggiunto grazie alla collaborazione di tanti. E bene ha fatto, il questore Cardona, a ricordare l’alta funzione della magistratura nel raggiungere risultati concreti nella lotta alla criminalità organizzata. “Nei mesi scorsi sono state fatte dichiarazioni fuori luogo  sulla magistratura - ha detto il questore di Varese -. E nmoi sappiamo che la nostra magistratura è una delle migliori del mondo”. Ben detto. I veri protagonisti della lotta alla criminalità, sono magistrati e Forze dell’ordine. E’ bene ricordarlo sempre.

Al termine della presentazione dell’iniziativa, ha preso la parola lo stesso Maroni. “Come leghista ero piuttosto diffidente dei prefetti – dice l’ex ministro -, ma ho incontrato persone che mi hanno fatto cambiare idea: come il capo della Polizia Manganelli e il prefetto Caruso”. Maroni ha elogiato Caruso, da lui messo a capo dell’Agenzia per i beni confiscati, per avere condiviso l’emergenza umanitaria a Lampedusa. Maroni  ha ricordato i risultati dell’Aghenzia: oltre 50 mila beni confiscati alla criminalità per un valore di 25 miliardi di euro. Per l’ex ministro, fondamentale è l’unità tra le forze. “Quando lo Stato fa gioco di squadra, allora diventa invincibile”.

 

28 novembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Al Comune appartamento confiscato

  1. cittadino superpartes il 28 novembre 2011, ore 18:34

    Per i cittadini seri, onesti lavoratori di tutte le professioni, quello che il questore Cardona dice a proposito dei magistrati e’ un’ovvieta’Mai si e’ dubitato sulla competenza lo spirito di abnegazione il profondo senso del dovere che muove magistrati e forze dell’ordine a salvaguardia di tutta la comunita’ nazionale. Da non leghista non ho avuto mai diffidenza verso le istituzioni dello stato ma verso gli uomini che le compongono che a volte ricevono nomine non meritate essendo non all’altezza dei compiti assegnatoli. Lo stato quando fa squadra? Quando in tutti i cittadini c’e’ la consapevolezza di sentirsi orgogliosi di essere Italiani ed ognuno per le proprie capacita’ offre un contributo al miglioramento di quella che e’ la casa comune chiamata Patria

  2. Nicola il 29 novembre 2011, ore 07:59

    Il vero Ministro dell’Interno di tutti i tempi è rimasto Francesco Cossiga, che diede voce ai Poliziotti con la sua famosa circolare 555 istitutiva delle assemblee sul luogo di lavoro quando, ancora, i Poliziotti avevano le stellette. Maroni, al confronto, è stato un volo pindarico. Anche l’America, si dice al riguardo, prima o poi finisce ed è finita per la lega di Maroni e, soprattutto, di Bossi & Trota.

Rispondi