Varese

Tifo da stadio alla “prima” dei Legnanesi a Varese

I Legnanesi sulla bici nella prima parte dello spettacolo

Ennesima, scontata, inevitabile “ola” finale per il nuovo spettacolo portato al Teatro Apollonio dai Legnanesi. Un tifo da stadio, applausi prolungati, entusiasmo alle stelle. Ancora una volta, ieri sera, alla prima delle quattro repliche (le altre tre stasera e domani sera, alle 21, e domenica alle 17, ma quest’ultima è sold out da sempre).

Filo esilissimo, il racconto dello spettacolo “Sem nasu par patì…patem!”, di Felice Musazzi e Antonio Provasio, con la Teresa, la Mabilia e il Giovanni, interpretati rispettivamente da Provasio, Dalceri e Campisi protagonisti assoluti. Prima il trio cerca di ingranare una fallimentare attività di noleggio bici (di cui era stata chiesta l’autorizzazione al Comune di Legnano nel 1964!), poi c’è una lunga scena in casa deklla famiglia con la Teresa che accenna ad uno strip per convincere Giovanni a mollare la tredicesima. Infine si arriva ad un cimitero gremito di vedove, con la Teresa che pendsa che il marito sia morto, ma non è così e tutto riparte come prima. Il tutto inframmezzato con siparietti da grande rivista, con costumi sgargianti e passerelle in grande quantità.

Applausi e risate a ripetizione. Ma il vero segreto di Provasio-Teresa è la sua capacità di percepire i movimenti in platea: la signora che si alza per andare in bagno, il signore che ripete le battute a voce alta. E allora Provasio si butta, e prende il dettaglio come un semaforo verde per improvvisazioni da favola. Al punto che ieri sera, la compagnia si è fatta un po’ prendere la mano e si è andati oltre mezzanotte e mezza. Ma nessuno si è lamentato, anzi. I Legnanesi si confermano un vero fenomeno. E il pubblico, che lo sa, a Varese non se li perde per tutto l’oro del mondo.

25 novembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi