Varese

“Punto sull’arte” a Casbeno, tra sold out e lapsus

Parla Sofia Macchi alla presentazione. Da sinistra Musella, Macchi, Della Porta Raffo, Armocida e Fontana

Una galleria nel cuore pulsante di Casbeno, spazi ampi ed accoglienti che oggi si sono aperti al pubblico. Un pubblico che li ha subito invasi, curioso e sensibile ad una proposta come quella di Sofia Macchi, la proprietaria della galleria. Tanti varesini comuni, ma anche diversi protagonisti della vita culturale della città. Era presente anche il sindaco di Varese, Attilio Fontana.

Arcangelo Ciaurro, Jernej Forbici, Johannes Nielsen sono stati i primi tre artisti ospitati presso “Punto sull’arte”, la nuova galleria che oggi ha aperto i battenti a Casbeno. Due pittori e uno scultore (Nielsen), che fa cavalli come Giacometti faceva uomini. Sulla natura come trait d’union tra gli artisti, qualche dubbio: molto generico per comporre tre artisti tanto lontani tra loro. Tuttavia uno spazio offerto anche ad artisti non varesini, pare un passo avanti rispetto a certe mostre “fatte in casa”.

C’è stato anche una breve presentazione, con la padrona di casa infastidita da un bizzoso microfono, che ha funzionato solo quando ha preso la parola Fontana. Il quale, peraltro, è incorso in un piccolo (e certo involontario) lapsus. Complimentandosi con la Macchi per il successo dell’iniziativa, Fontana ha detto: “E’ questa una importante sede espositiva, e Varese finora non aveva una galleria privata come questa”, dimenticando la Galleria Ghiggini, che è galleria privata (per limitarci a quelle principali). Sono intervenuti anche Giuseppe Armocida e Mauro della Porta Raffo, che ha auspicato che lo spazio della galleria possa accogliere, in futuro, anche altre attività culturali.

A chiusura della presentazione, è intervenuta la curatrice dello spazio di Casbeno, la giovane Domitilla Musella. Domani domenica 20 novembre apertura straordinaria per consentire a tutti di visitare la mostra.

19 novembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi