Varese

Giubiano, per il parcheggio il Pd punta sull’oratorio

Il nuovo progetto di parcheggio presentato dal Pd

E’ un no secco quello opposto, in aula e, questa mattina, nella sede Pd di Via Monte Rosa, al parcheggio sotterraneo che sarà realizzato sotto il parco di Villa Augusta a Giubiano. Non ci sono ragioni plausibili per andare avanti. Anzi. “Un danno enorme per la città e per Giubiano”, taglia corto il consigliere comunale Andrea Civati. Gli fa eco Fabrizio Mirabelli, capogruppo Pd: “Ed è tanto gradito ai cittadini di Giubiano, questo parcheggio, che nel quartiere sono state raccolte più di duemila firme contro il progetto”.

Ancora all’attacco del parcheggio di Villa Augusta. Dopo l’ultimo ok del Consiglio alla variante (l’ennesima variante), ora, con il prossimo passaggio in aula, probabile a fine dicembre o all’inizio del nuovo anno, si accenderà il semaforo verde definitivamente. Da parte del gruppo consigliare del Pd, viene forte un sospetto: “Come ha detto il capogruppo leghista Moroni nell’ultima seduta del Consiglio – ricorda Civati – il progetto di Villa Augusta può diventare un precedente”. Un precedente che consentirà di realizzare altri parcheggi simili a quello di Giubiano. Già esisterebbe un progetto relativo ai Giardini Estensi, che punterebbe a rifare e ampliare il parcheggio su via Verdi.

“Siamo intervenuti più volte contro un parcheggio, quello di Villa Augusta, che porterà 185 posti auto, per un costo complessivo di 3 milioni e 300 mila euro, costi che certamente autmenteranno”, dice ancora Civati. “Abbiamo presentato diverse poposte alternative, che sono state tutte rifiutate. Anche se il progetto di Villa Augusta è stato bocciato dai cittadini e dai comitati di quartiere”. Ecco che Civati ricorda le alternative: dal campo di rugby di via Salvore (350 metri dall’entrata del Del Ponte), al parcheggio delle Fs (120 metri), fino all’area con accesso da via Del Ponte (95 metri).

Ma il Pd tira fuori l’asso dalla manica. A queste prime tre alternative, Civati aggiunge una quarta possibilità. Passa la parola a Luigi Gronchi, ex dirigente Aci ed esperto di mobilità, il quale presenta la possibilità di realizzare un parcheggio, certo solo di una settantina di posti, accanto alla chiesa parrocchiale di Giubiano, sotto l’area attualmente occupata dal campo sportivo dell’oratorio. Si tratta di una tensostruttura realizzabile in sei mesi, a cura della società Fast Park, e potrebbe colmare l’attuale dislivello tra chiesa e campo sportivo.

Conclude Civati: “Non vogliamo arrenderci a questo scempio, per cui convocheremo anche un incontro pubblico”. Incontro in programma, presso il Circolo di Giubiano, giovedì 1 dicembre alle ore 21.

19 novembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi