Varese

La Cooperativa sociale Giotto in visita al carcere dei Miogni

Il carcere varesino dei Miogni

Un lungo percorso, partito nell’estate scorsa, quando la protesta investì gli istituti carcerari italiani, con una serie di incontri presso il Carcere dei Miogni di Varese, e che poi era approdato all’ultimo Meeting di Comunione e liberazione a Rimini. Un dialogo partito dall’interno dello stesso carcere, dal cappellano don Marco Casale, e che poi ha conosciuto varie tappe, tra cui alcuni incontri con l’amministrazione carceraria da parte di una delegazione guidata dall’assessore regionale Raffaele Cattaneo. 

All’interno di questo percorso, che ha puntato a rendere il lavoro un ingrediente importante all’interno della vita del carcere varesino, si è individuato nella Coperativa Sociale Giotto un importante interlocutore.

Ora la stessa Cooperativa di Padova farà visita al Carcere Miogni di Varese. Accadrà giovedì prossimo, e ad accompagnare la delegazione, ci saranno don Marco Casale, cappellano del carcere, l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, l’onorevole Renato Farina, l’onorevole Daniele Marantelli, il consigliere regionale, Alessandro Alfieri, il sindaco di Varese, Attilio Fontana, l’assessore comunale e vicesindaco Carlo Baroni, il consigliere comunale Giovanni Chiodi e l’assessore provinciale Piero Galparoli.

14 novembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi