Varese

San Vittore strapiena per l’arrivo di Bernadette

L'entrata in San Vittore della teca con la reliquia di Bernadette

Si ripete ovunque, ieri nella basilica di Sant’Ambrogio a Milano, questa mattina in San Vittore a Varese: chiese affollate, fedeli che accorrono, grande attesa tra la gente. Varesini comuni, anziani, famiglie, giovani. Una cornice che si è presentata dalle prime ore di questa domenica, quando, con una breve processione partita da piazza Canonica, giunge la teca che custodisce la reliquia di santa Bernadette Soubirous, ragazzina a cui apparve la Madonna a Lourdes (il corpo è custodito nel convento di Nevers, in Francia). Quando, benedetta dal prevosto monsignor Gilberto Donnini, la teca fa il suo ingresso in San Vittore, ogni fila di panche è occupata, e molti sono anche i varesini che, in piedi, seguono la cerimonia.

La reliquia custodita dentro la preziosa teca è una costola della veggente. Una reliquia che sta viaggiando per le diocesi della Lombardia in occasione del 70° anniversario dell’Unitalsi sezione lombarda. La processione che accompagna la reliquia è infatti formata dai volontari dell’Unitalsi, uomini e donne, che hanno come missione quella di accompagnare i malati nei pellegrinaggi a Lourdes.

Anche in San Vittore erano presenti tanti volontari che accompagnano i malati nei pellegrinaggi, sui treni Unitalsi, diretti nel luogo in cui a Bernadette apparve la figura mariana. La stessa Bernadette esperì, nella sua vita, l’esperienza della degente, ma anche quella di infermiera che diede assistenza ai malati.

13 novembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi