Varese

Giovani Fli contro i lumbard: non siete democratici

Un momento dell'incontro varesino di Generazione Futura

Incontro promosso, questa mattina, dai giovani finiani al Miv di Varese. I vertici locali e nazionali di Generazione Futura sono intervenuti in città per fare il punto di scadenze e contenuti in vista dei congressi, sintetizzati, questi ultimi, nello slogan “10 idee contro la disoccupazione giovanile”. Contenuti importanti, elaborati con la collaborazione dell’economista di Fli, Baldassarri, che presto saranno pubblicati on line.

Come dice il coordinatore dei giovani del Fli, Gianmario Mariniello, “il nostro è un partito in cui i vertici vengono eletti dalla base, a diiferenza da quanto è accaduto al congresso di Varese della Lega”. Da noi “se ci sono due tesi contrapposte, si confrontano e una alla fine vince”. Bisogna superare “le visioni traumatiche dei congressi, sempre legati al commissariamento o ad un candidato unico”.

Oggi si tiene il congresso di Generazione Futura a Vicenza, ma “a Varese si terrà il primo congresso in tutta la Lombardia”, assicura il coordinatore varesino, Massimiliano Politi. Che prosegue: “il nostro movimento giovanile guarda alle idee, e riconosce che il guaio fondamentale della classe dirigente uscita da An è che si è fermata agli slogan, come ha dimostrato quando ha parlato di traditori: dovrebbero ricordarsi che non siamo più all’8 settembre”.

All’incontro è intervenuto anche Luca Ferrazzi, segretario provinciale del Fli: “E’ necessario dare risposte al mondo giovanile dal punto di vista di una destra moderna – ha detto Ferrazzi -. E quanto al congresso provinciale del Fli, non siamo alla ricerca di un candidato unico come fa il Pdl. Spesso dietro ci sono accordi correntizi che servono a non contarsi. Io, comunque, sono a disposizione per ricandidarmi. Il 22 novembre terremo a Gallarate un’assemblea come tappa d’avvicinamento al congresso provinciale, che si svolgerà, invece, il 3 dicembre”.

All’incontro ha preso la parola anche il senatore Pellicini, che ha auspicato una forte ripresa, nel Fli, di “azione patriottica”. Pellicini è stato molto critico con la Lega: “A forza di essere anti-nazionale, ha regalato alla sinistra la bandiera tricolore”.

12 novembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Giovani Fli contro i lumbard: non siete democratici

  1. Davide il 12 novembre 2011, ore 17:13

    Dunque… Fini che ora deve dimettersi perchè così promise a suo tempo… il solito ed eterno Ferrazzi che guiderà per l’ennesima volta un partito… le idee dei giovani che dovranno scontrarsi con il pragmatismo dei non più giovani nonchè politicanti navigati… Pellicini che attacca la Lega quando suo figlio a Luino ha vinto proprio grazie alla Lega… praticamente una contraddizione unica… auguri FLI!

  2. Max il 14 novembre 2011, ore 09:40

    Caro Davide, Fini aveva promesso che avrebbe fatto un passo indietro se Berlusconi lo avesse fatto a suo tempo per senso di responsabilità, invece B. ha perseverato e si è dovuto arrendere un anno dopo davanti all’evidenza dei numeri!!!
    Ferrazzi sarebbe per la prima volta eletto segr. prov. di FLI, questo non vuol dire che debba farlo in eterno, ma ha 43 anni ed è il leader della destra in provincia di Varese! Andrea Pellicini non è più in FLI quindi può allearsi con chi vuole!!! Solo per fare chiarezza. Ciao

Rispondi