Economia

Torna la “qualità totale”, roadshow targato Club dei 15

Un roadshow nazionale per promuoveretra le imprese la filosofia della “Lean Production”: è quello organizzato dal Club dei 15, il raggruppamento delle associazioni industriali territoriali del Sistema Confindustria dove più alta è la vocazione manifatturiera dell’economia locale (Ancona, Biella, Belluno, Bergamo, Brescia, Como,Lecco, Mantova, Modena, Monza-Brianza, Novara, Pordenone, Prato, ReggioEmilia, Treviso, Varese, Vicenza).

“Lean Production”, in italiano“Produzione snella”, ossia quell’approccio che aiuta le imprese a focalizzarsi sulle attività e sui progetti a maggiore valore aggiunto, eliminando così gli sprechi e permettendo di recuperare competitività, produttività e risorse attraverso un’opera di riorganizzazione interna aziendale. Nata nell’industria automobilistica giapponese (famoso il caso della Toyota), la Lean Production è da anni una realtà anche in molte grandi aziende italiane. Obiettivo del Club dei 15 è di diffonderne ulteriormente i principi, con un occhio di riguardo alle piccole e medie imprese, che possono trarre da questa pratica più di un vantaggio.

Due su tutti: da una parte, migliorare la propria struttura di produzione rendendola più efficiente, e, dall’altra,acquisire maggiori opportunità di legare rapporti con i più importanti contractors nazionali e internazionali che già applicano al loro interno la Lean Production e che sempre di più chiedono alla propria catena di fornitura di adattarsi agli stessi principi.

Con questo scopo il Club dei 15 lancia la “Settimana Lean”. Un roadshow nazionale che farà tappa nelle tre aree geografiche dove è presente il Club: Nord-Ovest (con l’appuntamento del 14 novembre all’Università Carlo Cattaneo – LIUC di Castellanza,in provincia di Varese), Nord-Est (con l’appuntamento del 16 novembre presso la Lean Experience Factory a S. Vito al Tagliamento, in provinciadi Pordenone), Centro (con l’evento conclusivo del 17 novembre all’Auditorium Giorgio Fini di Modena).

“L’attuale congiuntura economica– spiega il coordinatore del Club dei 15, Alberto Ribolla – richiede un rilancio del tema della cosiddetta organizzazione snella, attraversola quale poter incrementare la produttività nel nostro sistema produttivo, passo fondamentale per ritrovare competitività sui mercati internazionali.All’interno dei territori che compongono il Club dei 15 esiste un patrimonio di conoscenze fatto di esperienze aziendali sul capo che vogliamo metterea fattor comune, creando una sorta di fenomeno d’osmosi imprenditoriale”.

Mettere in evidenza e raccontare le esperienze positive di casi aziendali di successo legati alla Lean Production,favorire il confronto e la collaborazione tra imprese di diversi territori,preparare e diffondere materiale informativo, catturare l’attenzione delle Pmi sul tema: questi i principali obiettivi della “Settimana Lean” del Club dei 15.

10 novembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi