Varese

Comune, in giunta semaforo verde per via Guttuso

Il pittore Renato Guttuso

Non si sono placate ancora le polemiche per l’intitolazione dei giardinetti di via Morselli al ministro fascista Gentile, un’operazione portata avanti, nella maggioranza di centrodestra, dagli esponenti ex An, a partire da Stefano Clerici, che domani mattina, alla riunione della giunta Fontana, sarà proposta (e approvata) un’altra intitolazione.

Tra i punti all’ordine del giorno della giunta, è stata inserita  l’intitolazione del vialetto che conduce a Villa Mirabello alla memoria del pittore e intellettuale comunista, Renato Guttuso. Questa volta, a portare sul tavolo della giunta la proposta, sarà l’assessore alla Cultura, Simone Longhini, che in questo modo smentisce le dichiarazioni dello stesso Clerici che aveva detto “i miei uffici stanno studiando la questione”.

Una domanda viene naturale: per quale ragione il Comune di Varese sta intitolando, uno dopo l’altro, luoghi e vie della città? Dopo Gentile che ha dato il nome ai giardinetti del Liceo Classico e il filosofo Preti che ha nominato un sentiero di Villa Toeplitz, ora è la volta di Guttuso, che sarà associato a Villa Mirabello.

Il tutto con iniziative unilaterali, prese sempre dalla giunta, senza mai coinvolgere le opposizioni, un fatto che, altrove, appare normale. O ad ogni cambio di maggioranza può cambiare la toponomastica della città?

7 novembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Comune, in giunta semaforo verde per via Guttuso

  1. sandro sardella il 7 novembre 2011, ore 21:44

    purtroppo vedere questo giocare al “gioco dell’oca” .. viette giardinetti vicoli .. è pietoso è squallido è vergognoso … forse chi si presenta & poi viene eletto
    dovrebbe fare un “corso di apprendistato & di buone maniere” .. e, .. superarlo!
    qualcuno direbbe : … con tutto quel che c’è da fare .. stanno giocando ………
    (offensivo citare qualche animale o qualcosa di organico per definirli …..!?! ..)

  2. ss il 8 novembre 2011, ore 08:44

    Invece che sprecare tempo e soldi per delle sciocche ed inultili “intitolazioni” che non servono a nessuno, preoccupatevi dei problemi seri della città!!!
    Ci sono persone che lavorano (non come fate voi) e faticano a sbarcare il lunario e voi di cosa vi preoccupate??? Di giocare a Risiko con le “targhette” di benemerenza???
    Vergognatevi!!!! Bisogna togliere gli incarichi a questi psudo-politici arroganti, privi di etica e morale!!!! Clerici in primis!!!!!

Rispondi