Varese

Gentile ha il suo giardino. Sì unanime della giunta Fontana

Il filosofo fascista Gentile

Dopo polemiche, attacchi, mal di pancia, ieri pomeriggio, nella lunga riunione di giunta che si è tenuta a Palazzo Estense, la maggioranza ha tirato diritto e ha acceso il semaforo verde per l’intitolazione dei giardini di via Morselli al ministro fascista, Giovanni Gentile.

Su proposta dell’assessore all’Ambiente, Stefano Clerici, la giunta ha detto sì alla targa che parla di “assassinio” di Gentile e di “guerra civile”, come se fossero espressioni irrilevanti e neutrali. Come ha ribadito Clerici all’uscita dalla riunione di giunta, “non è stato intitolato il giardino, dato che a Gentile il giardino era già stato intitolato”. Si è ribadita una decisione che era già stata presa, e questo è accaduto, ha continuato Clerici, “con un voto unanime”.

Si verifica così ciò che era già stato annunciato, cioè che la scelta di intitolare il giardino al fascista Gentile, al centro di forti polemiche da parte dell’opposizione e dell’Anpi, è stata blindata dalla giunta.

3 novembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Gentile ha il suo giardino. Sì unanime della giunta Fontana

  1. Valeria il 3 novembre 2011, ore 16:40

    Grazie per non tenere conto del volere dei cittadini…certo questa è una piccola cosa..ma è dalle piccolezze che si notano le differenze…

Rispondi