Varese

Colombo (Spi-Cgil): pensionati sotto attacco

La crisi colpisce duro soprattutto i pensionati, che si sono visti diminuire, giorno per giorno, il potere d’acquisto delle loro pensioni. E per questo lo Spi-Cgil di Varese si mobilita in vista di appuntamenti nazionali. Ieri il segretario dello Spi-Cgil varesino, Umberto Colombo, ha ricordato la situazione e le prossime iniziative. “Ci siamo mossi da tempo contro queste manovre che hanno attaccato la categoria dei pensionati in maniera diretta”, dice Colombo. “C’è stato un vero accanimento nel colpire anziani e pensionati, ma anche i pensionandi, cioè quelli che in pensione stanno per andarci”.

Una situazione pesante, che sfocerà nella manifestazione Spi-Cgil di Roma del 28 ottobre, quando in piazza del Popolo, alle ore 10, ci sarà un presidio con interventi di alcuni pensionati e l’intervento finale di Carla Cantone, segretario generale nazionale Spi-Cgil. Un appuntamento che si colloca in una serie di manifestazioni della Cgil (il 12 novembre in Lombardia e il 3 dicembre a Roma). Per quanto riguarda i pensionati e gli anziani, Colombo spiega le ragioni della protesta.

Una situazione pesante, quella attuale, che vede il governo, come rimarca Colombo, “mettere in discussione il meccanismo di rivalutazione pensionistica. Spi e altri sindacati hanno chiesto da tempo di introdurre un nuovo meccanismo, e la risposta del governo è stata di mettere in discussione  il vecchio meccanismo”. Ci sono poi una serie di misure, come l’età della pensione aumentata a 67 anni, che punta ad eleminare di fatto le pensioni di anzianità e a lasciare solo quelle di vecchiaia. Infine le misure del governo colpiscono gli anziani indirettamente. Dall’azzeramento del fondo non autosufficienza ai tagli dei servizi da parte deio Comuni, si tratta di misure che ricadono soprattutto sulle famiglie e sugli anziani. “Tante, insomma, le ragioni – conclude Colombo – per fare sentire, forte e chiara, la voce dei pensionati”.

26 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Colombo (Spi-Cgil): pensionati sotto attacco

  1. sandro sardella il 27 ottobre 2011, ore 11:18

    consiglietto ai governanti : .. al lavoratore in età quasi pensionabile ha da essere
    somministrato un blando medicamento acchè arrivi al pensionamento quasi estinto .. (naturalmente si tratta di una cura ricostituente .. Ufficialmente!) ..
    a parte .. se si guarda il lavoro ai fianchi alla sanità pubblica, ai servizi sociali, il coltivare l’ignoranza sfasciando la scuola pubblica, l’ammorbante accanimento nel rubare diritti a chi sta sotto … e avanti a dare soldi per missioni umanitarie armate avanti con un ceto politico che ricorda crasse corti medievali .. ma a parte lo sfascio
    … avanti ! .. resistere .. & corrodere i poteri nefasti che ci ammorbano ……….
    nonostante tutto ………….. ad majora !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Valeria il 27 ottobre 2011, ore 12:48

    VIVAMENTE CONSIGLIATO L’ASCOLTO DELLE PAROLE DI::
    Silvano Agosti – Discorso tipico dello schiavo

    http://www.youtube.com/watch?v=Qb-mxzpT2OA
    (il video dura 4 minuti)

    CI DOBBIAMO RIPRENDERE LE NOSTRE VITE, I NOSTRI DIRITTI!! L’INDIGNAZIONE NON BASTA…TRASFORMIAMOLA IN PARTECIP-AZIONE!! FACCIAMO DISOBBEDIENZA CIVILE (non-violenta) ma finchè sarà più importante vedere il grande fratello e tutte le altre schifezze che ci fanno vedere in tv (cosa del tutto programmata dai poteri per controllarci, per renderci passivi, frustrati e burattini manipolabili!!) la vedo dura! RIBELLIAMOCI AL SISTEMA IN MODO ATTIVO…altrimenti smettiamola di lamentarci e accettiamo la nostra schiavitù!

Rispondi