Varese

Clerici: sul giardino Gentile polemiche strumentali

L'assessore Clerici

“Solo polemiche strumentali”. Taglia corto, l’assessore all’Ambiente del Comune di Varese, Stefano Clerici, a proposito delle polemiche sul giardino intitolato al ministro fascista Giovanni Gentile. “Sono stupito delle affermazioni del capogruppo del Pd, Mirabelli: ho voluto sottolineare la figura del filosofo, del grande pensatore, del padre della moderna scuola italiana, mentre Mirabelli ha voluto a tutti i costi fare una polemica politica”. Quanto poi al fatto che il sì all’intitolazione sia stato pronunciato in Circoscrizione quando l’esponente dell’opposizione era assente, Clerici dice: “Chi è assente, ha sempre torto”.

L’assessore Clerici chiarisce lo stato delle cose. “In realtà, io ho ereditato un’area che era già stata intitolata a Gentile fon dal 2005. Dunque io non fatto alcuna intitolazione, seguendo semplicemente lo stesso iter seguito anche per il giardino intitolato alla Fallaci: la Circoscrizione delibera e poi si procede. In questo caso a distanza di sei mesi”. Nessuna novità, dunque, sul fronte dell’intitolazione. Iniziativa, invece, nuova per quanto riguarda l’area in questione. “Abbiamo riqualificato e ripiantumato l’area, peraltro a costo zero per il Comune, dato che la copertura è arrivata da crediti vantati dal Comune nei confronti di imprese private”.

26 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Clerici: sul giardino Gentile polemiche strumentali

  1. bruno il 26 ottobre 2011, ore 22:44

    Clerici vergognat!. Mettere una targa commemorativa del filosofo fascista Giovanni Gentile proprio in via XXV Aprile, che ricorda la liberazione dell’Italia dal fascismo, è una provocazione inaccettabile.

  2. Silvia il 27 ottobre 2011, ore 11:14

    Condivido il commento di Bruno e aggiungo: Clerici già ha avuto un uscita pessima con l’idea di tagliare l’albero di piazza monte grappa..ora con questa che vuole portare avanti… S vi mancano idee di nomi più adatti ve ne consiglio uno: MARIA MONTESSORI.

    Gentile era una fascista, quindi quel poco di buono che ha fatto con la scuola viene cancellato da tutto il resto…mi spiace ma funziona così. No comment per quanto riguarda la Fallaci….cambiamo il nome anche a quel giardino per cortesia? Vittorio Arrigoni -attivista per i diritti umani- direi che sia più meritevole!!

    FUORI IL FASCISMO ED I NOSTALGICI DA VARESE E DA TUTTA L’ITALIA!!

  3. cittadinosuperpartes il 27 ottobre 2011, ore 15:24

    Che il Clerici non ne azzecca una, sembra diventare la norma in ogni sua presa di posizione Pzza Monte Grappa, villa Myllius,I Colombi,Le Gev,sono alcune cose che mi vengono in mente.Bisogna capirlo ha lo spirito e l’entusiasmo del balilla,e via Copelli e’ la sua sede naturale

  4. umberto brogiolo il 27 ottobre 2011, ore 15:54

    Clerici sei vecchio!!!!!!!!!!!! Piuttosto di pensare a questi inutili provvedimenti ideologici, pensa a lavorare per Varese. Il tuo predecessore Federiconi aveva molto più a cuore l’ambiente di te. Tu fai solo cose ad uso e beneficio della stampa. Per pavoneggiarti. Sei la destra champagne. Sotto il vestito niente! Nonostante i tuoi sforzi, Gentile era, è e rimarrà sempre un fascista.

Rispondi