Varese

Teatro ragazzi, Provincia sponsor di 4 compagnie

L'assessore Francesca Brianza

Un ventaglio di proposte di teatro ragazzi che coinvolge alcune eccellenti realtà del territorio e intercetta una domanda crescente da parte di scuole, insegnanti, famiglie. Tutto ciò è il cartellone targato Provincia di Varese e che rappresenta una ricca rassegna di spettacoli teatrali per le scuole, finanziati da un bando provinciale del valore di 30 mila euro. A presentarlo, con una punta di legittimo orgoglio, l’assessore alla Cultura, Francesca Brianza, esponente leghista maroniana della giunta Galli che pare essere nel novero di coloro che, in un rimpasto, potrebbero lasciare Villa Recalcati. La Brianza non se ne cura e va per la sua strada.

“Siamo felici di presentare questa iniziativa – dice Francesca Brianza -, che si svolge in orario scolastico e tocca tematiche di grande importanza per i ragazzi: ambiente, disagio giovanile, bullismo, ma anche cultura lovcale”. Al bando hanno partecipato le quattro realtà che hanno vinto, ma le loro proposte contemplano la partecipazione di molte altre compagnie.

A vincere il bando, e dunque a partecipare all’iniziativa che lo scorso anno ha riguardato 58 Comuni, 122 scuole, per un totale di 27 ,mila ragazzi, sono stati Progetto Zattera di Noemi Bassani e Martin Stigol (Varese), Cooperativa Il Sorriso di Andrea Gosetti (Bisuschio), Teatro Blu di Silvia Priori (Cadegliano), Instabile Quick (Gallarate).  Realtà complete, come sottolinea la Bassani di Progetto Zattera. ”Siamo realtà che, oltre a produrre e presentare spettacoli, siamo in grado di organizzare iniziative più ampie”. Insomma, creatività con una buona dose di managerialità. E, soprattutto, capacità di rispondere ad una domanda forte che sale dal territorio.

Diverse le modalità di partecipazione delle quattro realtà. Il Progetto Zattera porta i suoi spettacoli in palestre e aule magne, portando nelle scuole le sue proposte, ma anche invita le scuole al Teatro Nuovo per le matinée. Quanto alla Cooperativa Il Sorriso di Goasetti, quella che partecipò al bando per la gestione del Teatro Santuccio di Varese (benché il Comune se ne dimentichi), gli spettacoli vengono proposti al Teatro San Giorgio di Bisuschio. Tra l’altro, come ha ricordato Gosetti questa mattina, alcune proposte puntano a valorizzare Villa Cicogna, puntando sulla storia del luogo e suim momenti salienti della storia nazionale. Diversi i palcoscenici scelti da Teatro Blu della Priori per i suoi spettacoli (Cunardo, Marchirolo, Varese, Gallarate, Besozzo). Infine Instabile Quick sceglie luoghi diversi, da Olgiate Olona a Besnate, da  Solbiate a Gorla Minore.

19 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Teatro ragazzi, Provincia sponsor di 4 compagnie

  1. Jane Bowie il 20 ottobre 2011, ore 14:37

    Un confronto tra il costo (veramente contenuto) di questa iniziativa che raggiungerà probabilmente migliaia di ragazzi, e il costo gestione Teatro Santuccio dice molto. La Brianza è una delle cose migliori di cui si possa vantara la Lega, sarebbero pazzi a perderla.

  2. martin Stigol il 20 ottobre 2011, ore 18:47

    Il non Bando del Santuccio è una cosa impossibile da tollerare, non si capisce come il Comune di Varese dopo spendere 50.000 euro per affittare un salone di 150 posti, oltre le spesse di riscaldamento, possa dare in comodato d’uso a una Cooperativa cosi competitiva come il Gulliver.
    E poi, si può dare un salone in comodato d’uso senza prendere neanche la metà del affitto? forse darsi certe risposte, drammatiche, certo parlando di teatro si può.

  3. Faccio il militare a cuneo il 20 ottobre 2011, ore 18:53

    Complimenti ad un assessore che preme per la qualità e premia a gli organizzatori del teatro ragazzi della provincia di Varese, che in questi anni hanno tenuto alto, il lavoro a chiamata, siae, enpals, inps, durc, iva al 10 e al 21, senza nascondere la faccia. Ma se il Santuccio costa così tanto vado a fare il militare a Cuneo, cosa centra? Niente. Come pagare l’affitto di un salone che non sai come utilizzare.
    50 per 6 ricordo che fa € 300,00. Per un salone? di 125 posti?

Rispondi