Varese

Casa Pound in piazza Monte Grappa, Indignados spostati

Una fiaccolata di Casa Pound a Varese

La delegazione degli Indignados si indigna. Si indigna perchè, per ragioni di sicurezza, il presidio dei contestatori, inizialmente in programma per sabato 15 ottobre in piazza Monte Grappa, è stato spostato in piazza Carducci, dalle 14.30 in avanti. Un cambio di programma nella giornata scelta dagli Indignados di tutto il mondo di scendere nelle piazza e dare vita a manifestazioni di protesta.

La Questura ha infatti spostato il presidio da piazza Monte Grappa a piazza Carducci perchè lo stesso sabato pomeriggio, in piazza Monte Grappa, era già previsto un gazebo targato Casa Pound. Il rischio di qualche tensione tra i due gruppi ha consigliato lo spostamento da una piazza all’altra di Varese.

In piazza Carducci si potrà assistere a video proiettati, ci saranno immagini e materiali. C’è poi una sorpresa: ci sarà un water in cui tutti i partecipanti al presidio sono invitati a riempire di messaggi di indignazione. Messaggi rigorosamente affidati a foglietti di carta igienica. L’idea degli organizzatori sarebbe quella di selezionare i pensieri più originali e di pubblicarli. Gli organizzatori criticano poi la scelta della Questura, che consente a Casa Pound di manifestare nella piazza vicina.

14 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti a “Casa Pound in piazza Monte Grappa, Indignados spostati

  1. Silvia il 14 ottobre 2011, ore 10:10

    …la motivazione “ufficiale” è assurda…come se la crisi non riguardasse anche loro di casa pound! Questa crisi e la giornata mondiale di domani riguarda tutti i cittadini!!! Senza distinzioni politiche e di nessun tipo! DOMANI TUTTI IN PIAZZA, INSIEME, A MANIFESTARE PACIFICAMENTE!!!

  2. abramo il 14 ottobre 2011, ore 11:14

    ovviamente la scelta è discutibilissima.
    perché non spostare casa pound in quella piccola piazzetta?
    perché mettere gli Indignados in un luogo dai ricordi esecrabili?
    se l’intento pacifico della manifestazione degli Indignados verrà inficiato, l’unica ragione sarà da ricondurre a questa emerita sciocchezza…
    eppure rivedo un film del passato, girato proprio in quella piazzetta!

  3. Silvia il 14 ottobre 2011, ore 15:20

    non preoccuparti Abramo, noi faremo sentire lo stesso le nostre voci…nonostante L’EVIDENTE tentativo di metterci il silenziatore!!! E non vanificheremo il tutto trascendendo nella violenza…abbiamo la ragione dalla nostra parte, manifesteremo in modo tranquillo, non-violento, ma ad alto volume (di voci!) E poi, ripeto, la crisi che hanno creato banche, politica e potere riguarda tutti..senza distinzioni politiche e di nessun tipo!

  4. Gabriele B. il 14 ottobre 2011, ore 15:54

    Forse perché CasaPound ha richiesto quella Piazza prima degli indignados?
    Se l’intento pacifico verrà inficiato è perché non v’è alcun intento pacifico nelle parole e negli atti degli indignados. Certe minacce lasciano il tempo che trovano profetico Abramo. CasaPound ribadirà con tutto l’amore necessario il proprio diritto a stare in Piazza.
    Gabriele Bardelli
    CasaPound Italia Varese

  5. Forza Nuova Varese il 15 ottobre 2011, ore 12:55

    Mi sembra la cosa chiarissimo Casa Pound ha prenotato e pagato la piazza prima dei cosiddetti indignatos.
    Ci son forze alternative che da anni fanno sentire la loro voce contro Banche usura e Signoraggio, e non accodandosi all’ultimo momento cercando di attaccare la pro odia bandierina ad iniziative che dovrebbero essere super partes.
    Ma evidentemente la loro mente ottusamente democratica fa sì che si sentano unici portatori della verità.

    Forza Nuova Varese

  6. Miguel il 26 novembre 2011, ore 15:51

    Lo spostamento è una vera contraddizione in termini: se già la piazza M.Grappa risultava impegnata, perchè concederla per poi spostarla ? Quali interessi sono, verosimilmente, subentrati….a posteriori ??

  7. Nicola il 27 novembre 2011, ore 14:03

    Indignados, porque pagan siempre los mismos !

Rispondi