Milano

Maroni e Giorgetti “bigiano” il summit di via Bellerio

Il ministro Maroni

Roberto Maroni e Giancarlo Giorgetti hanno disertato il tradizionale ”lunedì dei colonnelli” in via Bellerio. Motivazione ufficiale per Maroni, un impegno istituzionale in provincia di Brescia, mentre Giorgetti era in sede, ma impegnato in altre cose. Un’assenza dopo il “golpe di Varese”, quando era stato insediato un segretario vicino a Bossi, ma lontano dalla stragrande maggioranza del partito. Un episodio che ha colpito certamente Maroni e Giorgetti, che hanno deciso di non partecipare alla riunione. Presenti, invece, i colonnelli che a Varese hanno vinto: Marco Reguzzoni, Federico Bricolo, Rosy Mauro. Oltre al figlio del Senatur, Renzo.

Il gruppetto stretto intorno a Bossi ha accolto con tutti gli onori il ministro Tremonti, arrivato a metà pomeriggio e andato via un paio di ore dopo senza dire una parola. Forse si è parlato anche del congresso di Varese, dei fischi a Bossi, del silenziatore messo da Radio Padania agli ascoltatori. Per non parlare delle proteste che hanno viaggiato su Facebook, soprattutto nelle pagine dei Giovani Padani, contenuti apparsi nel primo pomeriggio e scomparsi poco ore dopo. E’ il caso della pagina Facebook

11 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi