Varese

Il grande ciclista Fabrizio Macchi premiato in Comune

La premiazione in Comune

Un grande campione, che l’amministrazione comunale di Varese ha avuto l’onore di premiare. Il varesino Fabrizio Macchi, uno degli atleti azzurri disabili più forti della storia, sta per affrontare una super-sfida: le Olimpiadi di Londra, dove sarà l’unico ciclista italiano (normodotati inclusi) a partecipare a quattro Olimpiadi consecutive.

Il riconoscimento di oggi è stato consegnato nelle mani di Macchi dal sindaco Attilio Fontana e dall’assessore allo Sport, Ida Maria Piazza. La motivazione è quella di essersi aggiudicato,  lo scorso 8 settembre, il secondo argento iridato dell’anno. Dopo quello su pista di metà marzo a Montichiari (Bs), è arrivato anche l’argento nella gara a cronometro del Campionato del Mondo UCI su Strada di Paraciclismo, a Roskilde, in Danimarca.

Macchi, colleziona così l’undicesima medaglia mondiale di carriera: è giunto alle spalle, per soli 12”, dell’irlandese Colin Lynch, atleta appartenente alla sua stessa categoria (C2) ma con un grado di disabilità diverso (ha entrambi gli arti inferiori funzionanti). Malgrado il vistoso ematoma sulla coscia che si è provocato per una caduta su una macchia d’olio, Macchi ha lottato fino all’ultimo metro mantenendo una media di 40 km/h. Terzo, lo spagnolo Maurice Far Tio Eckhard, anch’egli con entrambi gli arti inferiori, giunto al traguardo con 26” di distacco. Un’altra data importante per Fabrizio Macchi è il 3 ottobre dove, l’atleta varesino ha conquistato la 27esima maglia tricolore nella prova ad inseguimento del Campionato Italiano su Pista di Montichiari (Bs).

“Nonostante il grave handicap – ha detto Fontana – Fabrizio ci ha dato tantissimo, a prova che con la volontà è possibile superare ogni difficoltà. Tutta la sua vita è un esempio valido per il nostro Paese e per la necessità di superare le attuali difficoltà”. Da parte dell’assessore allo Sport, Ida Maria Piazza, sono arrivati i complimenti e un simpatico “in bocca al lupo” in vista delle Olimpiadi di Londra, sottolineando bravura ed eccezionalità dell’atleta. “Faccio una vita tosta – ha detto Macchi – che mi ha dato mille soddisfazioni. Anche ora sono impegnatissimo a preparare il Mondiale di febbraio a Los Angeles e poi l’Olimpiade a Londra”.

 

Fabrizio, ha messo l’ultimo sigillo di una stagione ricchissima di successi, conquistando il 27° titolo italiano nella prova ad inseguimento del Campionato Italiano su Pista di Montichiari.

 

11 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi