Varese

Debutta a Varese la suora yankee di Campiotti

I protagonisti della presentazione nel giardino di Villa Recalcati

Considerato il polpettone fondamentalista e trashissimo di Mel Gibson, “The Passion”, non è proprio una garanzia che l’attore e regista americano lo abbia ampiamente finanziato. Parliamo del film “Il Cantico di Maddalena”, regia di Mauro Campiotti, che è cugino del più noto Giacomo e che ha presentato questa mattina a Villa Recalcati la pellicola dedicata a suor Caterina Sordini, fondatrice dell’Ordine dell’Adorazione Perpetua di San Francisco. Il film, che si potrà vedere al Miv di Varese nel pomeriggio alle 17.30 e questa sera, alle 21, con in sala lo stesso regista, è stato prodotto da Gibson, che ha una figlia nell’ordine religioso in questione (si parla di una donazione di circa mezzo milione di dollari) e dalla Mauca Film, dello stesso Campiotti, che ha sede a Varese.

La pellicola dedicata alla suora yankee, narra della suora vissuta nel Settecento e beatificata da papa Benedetto XVI nel 2009. Una pellicola con molti paletti e molte imposizioni da parte delle stesse suore. La protagonista è interpretata dall’attrice Silvia Ferretti, ma sono stati molti i varesini impegnati nella produzione: il regista, la co-sceneggiatrice Erica Cattaneo, l’autore della colonna sonora (“la cosa più bella del film”, dice il regista), Marco Marcuzzi, e poi operatori e fonico del suono. Oltre a ciò, sono varesine diverse location: Villa Recalcati (era presente alla conferenza stampa, per questo, il vicepresidente Bottini), Villa Bozzolo a Casalzuigno, Caidate e Sumirago, l’appartamento prefettizio sempre a Villa Recalcati (era presente alla conferenza stampa, per questo, il viceprefetto di Varese).

“Ci sono in questa città realtà nascoste – ha detto Campiotti – che sono in grado di fare buoni prodotti. Questo film da un punto di vista tecnico, funziona, quanto poi al gradimento sul piano artistico, questo è molto legato ai gusti del pubblico. Si tratta di una pellicola un po’ di nicchia, ma è un buon film. Circola al momento in Messico, ed è stato già presentato a New York”. Quella di questa sera non è la prima italiana: il film è stato già presentato all’ultimo Meeting di Comunione e liberazione a Rimini. La co-sceneggiatrice Cattaneo ha sottolineato che la sfida è stata quella di “coniugare l’immagine della suora proposta dal suo ordine e la narrazione di una storia piacevole per tutti”.

11 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi