Varese

Da Canton cartellino rosso per “Terra Insubre”

Maurilio Canton accanto al Senatur

Mai più profetica poteva essere l’opinione di un assessore della giunta varesina che, alla vigilia del congresso delle contestazioni a Bossi, ci aveva detto: “Questo Canton non è una cattiva idea. Può riportare l’ordine nel partito”. Assessore preveggente. E di fatto così è. Il neo segretario della Lega della provincia di Varese, Maurilio Canton, insediato sul trono del partito dal Senatur in persona, ha deciso di riportare ordine in un partito in cui, nell’ultimo anno, lo scontro è stato fortissimo e non indolore. Con il rischio della deflagrazione.

Tra i primi atti del neo-segretario, quello di dare effettività ad una decisione del Federale leghista: l’incompatibilità tra iscrizione alla Lega e iscrizione all’associazione culturale varesina, “Terra Insubre”. Una delibera che era rimasta inattiva, congelata forse in attesa che si sciogliesse il nodo delle segreterie. Ora il neo-segretario prende seriamente l’unità del partito, diramando alle sezioni l’ordine di dare esecuzione alla delibera con rischio di espulsione.

Parte dunque da qui la nuova segreteria leghista a Varese. Una strada insalita, considerati i forti legami tra l’associazione e il Carroccio varesino.

11 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi