Varese

Al Chiara i due Missoni, la coppia del made in Italy

Ottavio e Rosita Missoni

Grande appuntamento con l’imprenditoria d’eccellenza al Premio Chiara-Festival del Racconto. Domani mercoledì 12 ottobre, alla kermesse culturale è in programma l’incontro “Missoni: una vita sul filo di lana”, alle ore 21, presso Villa Recalcati a Varese. La grande coppia della moda italiana verrà intervistata da Natalia Aspesi.

Un incontro, quello di domani sera, che sarà condotto da Matteo Inzaghi. Il direttore di Rete 55 prosegue con questo incontro il fortunato ciclo di appuntamenti con le grandi realtà econiomiche del nostro territorio. Legato all’innovazione estetica e all’invenzione di tecniche che hanno per sempre mutato l’identità della maglieria, Missoni è fra i più conosciuti, amati e premiati brand di moda e di design del mondo. Lo stile Missoni è frutto di un fortunato sodalizio di coppia. Tai e Rosita dopo essersi sposati nel 1953, decidono di avviare insieme un’attività di maglieria diventando, a partire dalla metà degli anni Sessanta, un’avanguardia della moda italiana. Missoni ha inaugurato e affermato un inconfondibile modo di vestire e di abitare: da un coloratissimo ‘put together’ di motivi zig zag, righe, onde e fili fiammati a patchwork di jacquard geometrici e floreali.

Nel 1969 la celebre fashion editor di Vogue America Diana Vreeland definisce “geniale” il loro concetto di moda. “Chi ha detto che ci sono solo i colori. Esistono anche i toni!” commenta. La giornalista italiana Maria Pezzi descrivendo i loro abiti nel 1979 li definisce su un quotidiano “pezzi da museo, cheperò puoi indossare”. E la loro storia si riempie di pubblici riconoscimenti…

Ottavio e Rosita Missoni, la coppia diventa una famiglia e i tre figli Vittorio, Luca e Angela, nati fra il 1954 e il 1958, crescono a stretto contatto con il lavoro dei genitori. Sentendosi via via coinvolti a diversi livelli nell’impresa, hanno assunto nel tempo e a loro volta ruoli di alta responsabilità diventando co-artefici di un progetto che, fra artigianalità e alta tecnologia, invenzioni estetiche ed evoluzioni formali, continua a sedurre ed a emozionare.

11 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi