Varese

“Echo” allo Spazio Lavit, l’America di due under-trenta

Da sinistra Alessandro Mitola, Silvio Raffo e Francesca Crippa

Originale la logica con cui è stato allestito, allo Spazio Lavit di Varese, il percorso fotografico “Echo”, trenta immagini firmate da Alessandro Mitola (24 anni) e Francesca Crippa (23 anni). Trenta immagini a colori e in bianco e nero: a colori e con cornice nera le immagini di lei, in bianco e nero e con cornice nera le immagini di lui. Una scelta eccentrica? Magari sì. Una decisione singolare? Forse. Eppure gli scatti di questa coppia under-30 che ha trascorso sei mesi negli Stati Uniti, in particolare nella Grande Mela, catturano l’attenzione, evocano l’idea di un viaggio. Fatto di spazi percorsi, ma anche di spazi interiori.

I due fotografano strade e angoli di New York, ma anche loro stessi nella città, nel chiuso di una stanza d’albergo, nella semioscurità di un corridoio o di un salotto, sullo sfondo di una strada, in una piazza deserta. In primo piano, a figura intera. Scatti e autoscatti. Una mostra diversa, che corre sui muri dello Spazio Lavit con immagini dai tagli differenti, a colori, in bianco e nero.

Ad organizzare un party per il vernissage una realtà culturale varesina (ma con ambizioni di ampio respiro) che ha per nome “Art For Love”, in collaborazione con l’Associazione Studenti di Varese e Provincia (Asvp). Dj set, un breve filmato a colori che passa ininterrottamente su un maxi-schermo, aperitivi, un’ottima pasta al pomodoro. Tutto molto semplice, con la partecipazione di un centinaio di ragazzi e ragazze, tutti rigorosamente sotto i 30 anni.

I due autori sono giovani fotografi, ma hanno le idee chiare. “Siamo innamorati di New York – racconta Francesca, che è anche una giornalista di moda on line -. Dopo la nostra laurea in Linguaggi dei media alla Cattolica di Milano, abbiamo pensato di trascorrere un po’ di tempo nella città americana, dal 17 febbraio al 27 luglio di quest’anno. Il percorso fotografico che abbiamo proposto questa sera a Varese (e che resterà qui fino a giovedì) racconta la stessa realtà guardata da due punti di vista differenti, spesso lontani tra loro”.

Un’iniziativa interessante, molto on the road. Negli States e nell’anima. E bravo a Lavit che ha il coraggio di dare spazio ad esperienze di questo genere. Special guest della serata, il mitico Silvio Raffo.

- FOTOGALLERY

8 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a ““Echo” allo Spazio Lavit, l’America di due under-trenta

  1. gu il 10 ottobre 2011, ore 15:36

    Foto in bianco e nero e a colori di New York?
    Cioè: non solo in bianco e nero nè solo a colori?
    New York?
    Addirittura?
    Che audacia..
    Scelta eccentrica e davvero contro corrente.
    Roba fresca e patron d’eccezione!
    Ce ne fossero di più di iniziative così…grazie

Rispondi