Varese

Angelini risponde alla Fiab e rilancia sull’Expo

Riceviamo in redazione e volentieri pubblichiamo una lettera che l’assessore comunale a Famiglia e Persona, Enrico Angelini, invia all’associazione Fiab-Ciclocittà, che ha sollevato il grande tema della mobilità sostenibile sul fronte del mondo della scuola. Interessanti gli spunti contenuti nella lettera di risposta dell’assessore.

Gentile direttore 

in risposta alla lettera di FIAB-Ciclocittà  relativa alla mobilità sostenibile nella Città di Varese, mi preme sottolineare quanto segue. 

I temi sollevati da FIAB-Ciclocittà  nella lettera sono importanti e, a mio avviso, condivisibili. La qualità della vita è  una priorità; sappiamo che il suo livello è determinato in parte rilevante da fattori “macro”che vanno ben al di là delle scelte locali. In parte però essa dipende anche da scelte “varesine”. Da un lato le osservazioni contenute nella lettera vanno messe sul tavolo della programmazione del territorio, in particolare nella fase di elaborazione del PGT e dei vari piani urbani relativi a traffico e mobilità; dall’altro è evidente l’importanza di agire su questi temi sul piano educativo.

Chi mi conosce sa la mia personale attenzione ai temi della mobilità sostenibile. Ho avuto in passato, con altre deleghe, alcuni incontri positivi con  FIAB-Ciclocittà e recentemente ho avuto il piacere di partecipare ad un importante momento di confronto sul tema, organizzato dall’Università dell’Insubria. Non comprendo appieno dunque i motivi che hanno fatto ipotizzare un’inversione di rotta rispetto a progetti quali PEDIBUS e BICIBUS, avviati dal precedente Assessore alle Politiche Educative.

Colgo l’occasione pertanto per rassicurare in merito: i progetti in questione, per quel che è di competenza dell’Amministrazione comunale, continueranno. Infatti l’unico ostacolo poteva essere quello della mancanza di fondi, ma in questo caso le risorse economiche necessarie sono di ridotte dimensioni e quindi tale impedimento non sussiste. 

Chiudo con un rilancio. La mobilità  sostenibile è correlata a temi quali la salute, la buona alimentazione, l’energia pulita, in definitiva gli stili di vita più consoni alle esigenze attuali delle persone. Sono anche i temi dell’EXPO 2015! La mia proposta è: colleghiamo queste questioni con un filo conduttore. Diamo un contributo vero ad EXPO 2015 come territorio varesino, non con altri convegni (che già ci sono) o con riflessioni ideologiche, ma con esemplificazioni, buone prassi che, sono certo, ci sono nella nostra città. Un catalogo di esperienze concrete che ben rappresentano lo spirito concreto dei varesini: questo può essere il nostro apporto, anche con iniziative come PEDIBUS, BICIBUS ed altri progetti, all’evento mondiale del 2015. 

Un saluto cordiale e un augurio di buon lavoro 

Enrico Angelini

Assessore a Famiglia e Persona 

8 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi