Varese

Parcheggio di Villa Augusta, è sempre più no

Il parcheggio multipiano interrato che sarà realizzato a Villa Augusta continua il suo iter. Ricordiamo che nell’ultima seduta della giunta Fontana, l’autosilo che sorgerà sotto il parco è stato ulteriormente rilanciato da parte della maggioranza di centrodestra, dopo avere acceso il semaforo verde per la seconda variante urbanistica.

Questo pomeriggio il controverso progetto, che minaccia uno degli storici polmoni verdi della città (ma Varese non era considerata la città giardino?) è giunto in Commissione Urbanistica, dove alcuni esponenti delle opposizioni, e in particolare il consigliere “rottamatore” Pd, Andrea Civati, continueranno ad esprimere la loro contrarietà ad un progetto inutile e dannoso per la qualità della vita dei varesini.

Ma sul progetto torna alla carica anche una delle più determinate associazioni ambientaliste, Legambiente di Varese, secondo cui “nulla sembra cambiato, a parte qualche modifica nel progetto. Ma c’è almeno un elemento di novità, seppure parziale”. ”E’ ormai evidente a tutti che i soldi stanno finendo – dichiara Alberto Minazzi, coordinatore provinciale del Cigno Verde -. Risulta quindi ancora più incomprensibile l’ostinazione della giunta per un progetto costosissimo e dannoso per l’ambiente, in una città che si trova sempre più nella morsa del traffico automobilistico privato”.

“Con le difficoltà economiche del trasporto pubblico locale – conclude l’esponente del Cigno Verde – e l’insufficienza di strumenti e azioni che promuovano la mobilità sostenibile, noi avremmo qualche altra idea su dove impiegare quei soldi. Siamo pronti a discuterne.”

7 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi