Varese

“Varese Cinema” in aula, il Pd chiede trasparenza

Il concerto di Ron ha chiuso "Varese Cinema"

Fa ancora discutere la manifestazione “Varese Cinema”, kermesse organizzata dal Comune di Varese, che ha investito nell’iniziativa una somma decisamente sproporzionata, soprattutto se si considera il modesto risultato. Alcune pellicole mille volte viste in tv, un talk-show che spesso vedeva gli stessi ospiti della precedente edizione, un concerto con Ron ai Giardini Estensi molto nazional-popolare.

All’argomento, nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale, è stata dedicata una interrogazione urgente firmata da Giampiero Infortuna, giovane consigliere comunale del Pd, che vuole vederci chiaro nella manifestazione e, soprattutto, nell’esborso da parte di Palazzo Estense. Tagli di risorse, precarietà finanziaria, problemi legati alla crisi, ma soprattutto, come ha detto il consigliere Pd, “l’impellente necessità di un consistente impiego di fondi in un’ottica di un maggiore aiuto alle famiglie più bisognose, e al futuro dell’Università”.

Tutto ciò porta Giampiero Infortuna a dichiarare: “Di tale situazione decisamente sconfortante, ritengo eccessivo (50 mila euro) l’investimento disposto per l’organizzazione di una kermesse del cinema, peraltro di modesta qualità per Varese”. Il consigliere chiede a sindaco e giunta di “dimostrare maggiore oculatezza nella futura programmazione di eventi e  la totale trasparenza sui costi che tale manifestazione ha comportato, con uno screening dettagliato sulle spese”. Non solo: Infortuna in aula ha chiesto che in futuro “la destinazione di somme di denaro di tale portata venga posta al vaglio dello stesso Consiglio”.

Infine dal consigliere Pd viene richiesto “un programma di eventi culturali meno raffazzonato e più vicino alle esigenze dei giovani, sempre meno rappresentati da questo genere di manifestazioni”.

Tra i punti che tocca l’interrogazione a proposito di “Varese Cinema”, è decisamente importante quello relativo allo “screening dettagliato” relativo alle spese. E’ passato un mese, ma ancora nulla è dato a sapere come e a chi sono state assegnate le risorse sborsate dal Comune, quei 50 mila euro che, come dice giustamente il consigliere del Pd, rappresentano un consistente sforzo finanziario in un momento di crisi come quello attuale.

5 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a ““Varese Cinema” in aula, il Pd chiede trasparenza

  1. ester il 6 ottobre 2011, ore 14:57

    I nostri commenti su Varesereport pare siano serviti a qualcosa,almeno è stato posto il problema.Grazie a G.Infortuna e al direttore di Varesereport che ci informa dettagliatamente e permette di esprimerci.

Rispondi