Varese

“Un Sorriso per il Ponte”: la gente risposta alle polemiche

Un momento del pomeriggio di ieri. Clown in giro per le strade

L’anno scorso la giornata “Un Sorriso per il Ponte” portò alla Fondazione “Ponte del Sorriso” circa 25 mila euro. Un bell’aiuto per portare avanti un progetto di ampio respiro come il polo materno-infantile al Del Ponte. Quest’anno, dice Emanuela Crivellaro, presidente della Fondazione, “c’è ancora più gente e certamente tanta gente è la risposta migliore alle polemiche sul nuovo ospedale”.

In effetti ieri, per tutto il giorno, di gente se ne è vista davvero tanta. Segno di un consenso diffuso della città per il progetto. Sono stati presenti anche Ida Maria Piazza, assessore all0 Sport del Comune, e Alessandro Alfieri, vicesegretario del Pd regionale (accanto a loro Max dei Fichi d’India con figli). Il progetto, al momento, è sotto il tiro delle polemiche. E alle polemiche la Crivellaro risponde. “E’ vero che, al momento, il terzo lotto non ha copertura finanziaria. Ma il secondo lotto non solo è stato coperto, ma è già stato appaltato. Dunque, per l’incertezza del terzo lotto dobbiamo bloccare tutto?”. E poi ci sono i finanziamenti. “Se i 20 milioni della Regione non vengono spesi su questo progetto, si perdono. Non possono essere destinati ad altro”.

La grande partecipazione della gente è, comunque, un  segnale di attenzione ed interesse. “Qui, oggi, non lavorano solo centinaia di volontari, tra cui anche diversi malati, che hanno voluto essere a tutti i costi con noi. Ma tanti ci hanno dato tutto ciò che offriamo, il cibo e il materiale”. Tanta solidarietà, insomma, per il nuovo polo ospedaliero, che a breve vedrà operativo anche il secondo lotto.

3 ottobre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi