Varese

Lascito Ghisolfi, per Angelini un consenso trasversale

L'assessore ai Servizi Sociali, Enrico Angelini

Non c’è dubbio che le ultime elezioni amministrative, con il cambio della guardia in parecchi assessorati del Comune di Varese, hanno portato parecchie novità. Nel caso dell’assessorato ai Servizi Sociali, guidato già dal bravo Udc Gregorio Navarro, uomo attento ai problemi e alle difficoltà presenti in città, è arrivato l’assessore Enrico Angelini, Pdl, lunga esperienza amministrativa alle spalle non solo a Varese.

Ieri sera, in Consiglio comunale, Angelini ha presentato un lascito, giunto dai parenti di Lino Ghisolfi, che verrà messo a bilancio per i Servizi Sociali, un bilancio, lo ricordiamo, che sostiene soprattutto famiglie in difficoltà. Il lascito è di 225 mila euro e comprende anche due autovetture Fiat Panda, che andranno a sostituire due auto vetuste del parco del Comune. Il lascito è diretto, da parte degli eredi del Ghiosolfi, all’Infanzia Abbandonata. Un bel gesto che, presentato dall’assessore Angelini, assai prezioso in un momento di crisi, con tagli e scarsità di risorse. Un gesto subito apprezzato dall’aula.

“Una boccata d’ossigeno per un capitolo importante dei Servizi Sociali”, ha sottolineato in aula il leghista Massimo Realini, presidente della Commissione alla partita. “Un gesto estremamente importante e concreto”, ha ribadito Rocco Cordì, consigliere Sel, dall’altra parte dell’aula. Scontato il voto all’unanimità con cui il Consiglio ha detto sì all’iniziativa. Ma sarà una breve e suggestiva cerimonia, in programma martedì 4 ottobre, alle ore 11.30, in Sala Matrimoni di Palazzo Estense, a presentare questo bel dono alla città. E a prendere la parola sarà lo stesso Angelini, assessore che con il suo stile silenzioso e fattivo continua a gestire un assessorato importantissimo con l’oculata attenzione che ci si attende da un’amministrazione locale seria, capace di conquistare consensi trasversali.

30 settembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Lascito Ghisolfi, per Angelini un consenso trasversale

  1. Cittadino Felice il 30 settembre 2011, ore 12:48

    Esiste la buona politca, esistono i buoni Cittadini.

    Bravo Assessore!

    Un Cittadino Felice

Rispondi