Varese

A Ciminelli ferro di cavallo bipartisan. E un bell’applauso

Il segretario generale Ciminelli. Dietro il bravo presidente del Consiglio, Puricelli

Un gesto di fair play apprezzabile e divertente, ieri sera alla seduta del Consiglio comunale di Varese. Al momento degli interventi di apertura, ha chiesto la parola Luisa Oprandi, consigliere Pd ed ex candidata sindaco per il centrosinistra, per fare alcune dichiarazioni. Un intervento di cui qualcuno era certamente già a conoscenza, ma che per qualcuno è giunto, al contrario, inaspettato.

“Il mio è un intervento assolutamente bipartisan”, ha esordito la Oprandi, che ha dichiarato di parlare anche a nome del presidente del Consiglio Puricelli, degli assessori Angelini, Piatti e PIzza, oltre che a nome di Rocco Cordì (Sel). La Oprandi ha fatto cenno, con una certa dose di malizia ed ironia, ad un gesto che avrebbe portato, nell’assemblea cittadina, effetti mirabili: “il buon andamento dell’attività amministrativa”, avrebbe comportato “il sereno proseguimento dei lavori in aula”. E dopo un “attento studio delle problematiche contingenti”, presenti e future, c’è da credere, òla Oprandi si è alzata e si è rivolta al segretario generale del Comune, l’avvocato Filippo Ciminelli, per ricordare all’aula la sua recente prova da sperimentato attore, che lo ha visto protagonista, in una serata al Teatro Apollonio in favore della Croce Rossa Italiana, dello spettacolo di Peppino De Filippo, “Non è vero ma ci credo”. Una performance teatrale che Ciminelli, ironico e colto, ha proposto insieme alla compagnia teatrale di Somma Lombardo “Nuova Compagnia Anni Verdi”.

Tanti complimenti e un applauso dell’intera assemblea, a partire dal sindaco Attilio Fontana, hanno sottolineato il dono che la Oprandi ha fatto al segretario generale: un bel ferro di cavallo. Perchè, si sa, ovunque, anche in Consiglio, un po’ di sana, partenopea, bipartisan scaramanzia, non fa mai male. Anche nel profondo Nord.

30 settembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi