Varese

Ponte del Sorriso, il Pd: “salviamo il progetto”

L'ospedale Del Ponte

Pd all’attacco sulle recenti dichiarazioni da parte di esponenti Pdl sul futuro dell’ospedale “Ponte del Sorriso”. Il consigliere comunale e capogruppo Pd, Fabrizio Mirabelli, in un’interrogazione urgente presentata in Consiglio comunale, ricorda gli stati generali della sanità, la seduta del Consiglio comunale, con la partecipazione del direttore generale dott. Bergamaschi che illustrò il progetto relativo alla riqualificazione dell’area del vecchio ospedale di Circolo e quello denominato “Ponte del Sorriso” per l’Ospedale del Ponte, i primi due lotti già finanziati, e il secondo lotto di lavori che sarà aggiudicato addirittura fra pochi giorni, entro il 14 ottobre e, in tutta la città, la magnifica gara di solidarietà che ha permesso di raccogliere preziosi fondi anche tra i privati.

Secondo Mirabelli, “è evidente che rimettere in discussione oggi la localizzazione del “Ponte del Sorriso” significherebbe rischiare di disperdere sia i fondi pubblici già stanziati che quelli privati già raccolti”.

Perciò il capogruppo Pd chiede a Sindaco e Giunta “che senso abbiano i dubbi espressi pubblicamente dal presidente del Consiglio comunale dott. Puricelli che, a causa dell’attuale crisi economica, propone sostanzialmente di abbandonare il progetto del “Ponte del Sorriso”, surrogandolo con un reparto analogo all’Ospedale di Circolo; se la posizione del presidente del Consiglio comunale sia esclusivamente personale o rifletta, invece, quella ufficiale dell’intero gruppo consiliare del PDL; se tale tardiva posizione del dott. Puricelli, la quale peraltro contraddice il documento approvato anche dal PDL nella seduta del 14/12/2006 in cui egli era assente, non sia assai stravagante visto che, poi, di fatto, in una successiva seduta del Consiglio comunale, quella del 24/03/2009, lo stesso dott. Puricelli, presente, niente ebbe da dire contro la localizzazione del “Ponte del Sorriso” nel luogo in cui oggi si trova il “Del Ponte”; se i dubbi e i ripensamenti di parte della maggioranza di centrodestra non rischiano di fare perdere a Varese l’opportunità di ospitare un polo pediatrico veramente di eccellenza; se non sarebbe meglio che, in questo frangente, l’intero Consiglio comunale, senza distinzioni tra maggioranza e opposizione, chiedesse non solo che vengano stanziati al più presto i fondi per il terzo lotto (si parla di 10/15 milioni di euro) ma anche che la nuova struttura sia accompagnata da alcuni servizi di un certo livello quali, per esempio, un pronto soccorso, una terapia intensiva, una chirurgia pediatrica”.

29 settembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi