Milano

Cisl, Acli e Libera regionali in piazza contro la crisi

Cisl lombarda, Acli e Libera regionali manifestano sabato 1° ottobre a Milano per sollecitare l’impegno delle forze sociali e delle istituzioni per superare la crisi e creare nuove occasioni di sviluppo. Favorire l’occupazione giovanile con un piano straordinario di investimenti, sostenere la rete di welfare promuovendo l’integrazione, individuare misure di risanamento dei conti pubblici che garantiscano l’equità: sono alcune delle priorità indicate al governo regionale e ancora in attesa di una risposta.

“Occorre essere consapevoli che è finita la stagione della politica che alle parole non fa seguire i fatti – ha detto Gigi Petteni, segretario generale Cisl Lombardia, nel presentare l’iniziativa -. L’eccellenza lombarda non esiste più ed è arrivato il momento di nuove politiche industriali e di interventi di sostegno concreti da parte della Regione e del Governo”.

Lavoratori e pensionati, insieme a rappresentanti degli enti locali e del sociale, scendono in piazza sabato mattina per far sentire la voce della Lombardia che in questi anni ha cercato di non arrendersi alla crisi, come dimostrano i positivi risultati ottenuti attraverso la contrattazione con le aziende e i Comuni.

Al presidio in Piazza della Scala intervengono Giambattista Armelloni, presidente Acli Lombardia, e Lorenzo Frigerio, referente di Libera Lombardia. Conclude Gigi Petteni, segretario generale Cisl Lombardia. Appuntamento sabato 1° ottobre, alle 10, in Piazza della Scala a Milano.

29 settembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi