Gallarate

A Gallarate il centrosinistra marca stretto “Duemilalibri”

 

Una vecchia edizione della manifestazione

Al via la dodicesima edizione, a Gallarate, della manifestazione culturale “Duemilalibri, settimana del libro e dell’autore”, rassegna di presentazioni di libri, di dibattiti, di eventi. Una manifestazione che, negli anni della giunta Mucci, è stata vetrina per il centrodestra, come era accaduto nella decima edizione, quando a dirigere la kermesse era arrivato Angelo Crespi, braccio destro del ministro Bondi, presidente della Fondazione Maga. Lo scorso anno è stato un anno di transizione: era subentrato a Crespi il giornalista Lorenzo Scandroglio.

Poi ci sono state le elezioni. Con relativo cambio della guarda in Comune. Un cambio che si è subito tradotto in un’edizione di “Duemilalibri” targata centrosinistra. La prima dell’era Guenzani. La manifestazione, che sarà anticipata dal 29 settembre al 9 ottobre e non avrà più il tendone, vede presenti nel comitato organizzatore Gabriella Baldissera, Franca Cattaneo Zoerle e Marta Morazzoni, tre esponenti della lista civica “Città è Vita”, che ha corso alle ultime elezioni amministrative a sostegno di Guenzani. Una scelta forte, che porta la manifestazione nell’orbita del centrosinistra.

Partecipano ancora all’iniziativa le librerie gallaratesi, Rinascita, Biblos, Carù, Mondadori e Boragno.

20 settembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “A Gallarate il centrosinistra marca stretto “Duemilalibri”

  1. Lucia il 29 settembre 2011, ore 21:14

    di destra o di sinistra si valuterà a fine manifestazione la qualità del lavoro svolto e delle scelte fatte dalle differenti organizzazioni….certo che l’idea di utilizzare al meglio gli spazi prima riservati solo ai ricchi (Maga, teatro del popolo e teatro condominio) creando una sorta di “percorso cultrurale” molto vario già di per sé appare innovativa e cattura l’interesse

Rispondi