Varese

A Varese apre le porte “La casa delle famiglie”

L'assessore Enrico Angelini all'inaugurazione della casa per famiglie

Famiglie che aiutano le famiglie, con un protagonismo attivo che batte il malessere e le difficoltà. Si chiama “La casa delle famiglie”, la comunità inaugurata oggi a Varese, progetto promosso dalla cooperativa sociale “La Casa davanti al sole”, in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune di Varese e con la Provincia, e con un finanziamento di Fondazione Cariplo. La comunità che si trova in via Molina, punta ad avvicinare famiglie con problemi legati al rapporto con i figli. Durante il giorno una équipe formata da una psicologa, un’assistente sociale ed alcuni educatori, aiuta le famiglie inviate dai Servizi sociali del Comune di Varese, cioè famiglie affidatarie, famiglie con figli nei centri diurni, famiglie con ragazzi che hanno compiuto reati penali.

Come racconta l’assistente sociale della cooperativa sociale Valentina Calcaterra, “questa casa tiene insieme famiglie in difficoltàe famiglie di volontari, In questa casa c’è il sostegno alle famiglie in difficoltà, ma si incontrano anche le famiglie per darsi un aiuto reciproco, un auto-mutuo-aiuto”.  Di sera, presso questo appartamento, si incontrano famiglie che si confrontano e che cercano di risolvere i loro problemi con l’aiuto di altre famiglie. Si impara a vivere meglio la vita famigliare, a stare meglio con i propri figli. Un percorso portato avanti da esponenti del terzo settore, che si basano su esperienze concrete. A coordinare il progetto de “La Casa davanti al sole” è Matteo Secchi.

A tali esperienze accedono anche altri operatori sociali. E’ il caso delle quattro operatrici del Servizio Tutela Minori della Comunità Montana Valle del Verbano. “Il progetto finanziato dalla Cariplo – dice la coordinatrice Chiara Ielmini – prevede una terapia multifamigliare che si è sviluppata in Inghilterra. Si pratica in questa casa e due nostri operatori si vengono a formare qui”.

“Al fondo di questa iniziativa sta un’idea semplice ma grandiosa – sottolinea Enrico Angelini, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Varese -: le persone e le famiglie che sono in difficoltà possono essere protagonisti ed aiutare gli altri. Questo progetto contribuisce attivamente a risolvere i problemi con una modalità nuova, in cui le famiglie in difficoltà trovano uno spazio per confrontarsi e aiutarsi reciprocamente”.

19 settembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “A Varese apre le porte “La casa delle famiglie”

  1. Francesco il 25 febbraio 2012, ore 13:31

    Ho una mamma di 68 anni che vive da sola in Sicilia e avrebbe il desiderio di riavvicinarsi all’unico figlio rimasto perche’ l’altro è deceduto 6 anni fa’…è una pensionata autosufficiente che vive cn 600 € al mese e sta’ cercando una comunita’ d’accoglienza nell’hinterland varesotto x essere il piu’ vicino possibile
    a me poiche’ le abitazioni seppur di piccole dimensioni hanno affitti ancora troppo alti x potervi accedere e io non ho come aiutarla perchè sono l’unico a lavorare nel
    mio nucleo familiare..sperando che possiate darmi una possibilita’ o quanto meno una speranza nella riuscita di questo progetto di riavvicinamento vi mando i miei piu’ cordiali saluti
    Francesco

Rispondi