Varese

La Lega di Varese si spacca. E Pinti diventa segretario

Il ministro Maroni e il neosegretario Pinti

Carroccio varesino in fibrillazione. Fino all’ultimo, ieri sera, è stata lotta senza quartiere per l’elezione del nuovo segretario della sezione cittadina. Una tensione che si toccava con mano, nonostante i sorrisi e le battute. Uno scontro, in realtà, durissimo, che alla fine ha visto trionfare Marco Pinti, 26 anni, consigliere leghista a Villa Recalcati, lavora presso l’Informagiovani, già coordinatore del movimento giovanile a Varese, è ora vicecoordinatore nazionale dei Giovani padani. Una vittoria per 50 a 33.

Esce sconfitto Gianluigi Lazzarini, 68 anni, consigliere comunale, ex presidente di Circoscrizione, che i militanti storici della sezione volevano contrapporre al vento del nuovo. Non poteva farcela, Lazzarini: Pinti era il candidato del commissario della sezione, Emanuele Monti, e del segretario provinciale, Stefano Candiani. Come diceva un militante, una parte di iscritti legati a Lazzarini, al momento del voto hanno scelto il suo giovane avversario. 

Uno scontro all’ultimo voto, fino alle fatidiche ore 23, momento in cui chiudevano le urne. Una votazione che, tra l’altro, ha visto la defezione di quasi un quinto degli aventi diritto leghisti, forse stanchi e amareggiati per un partito che sta a Roma, ma porta ben pochi risultati positivi in Padania. Alla fine, quando è stato fatto lo spoglio, la vera sorpresa: il direttivo del Carroccio cittadino era esattamente spaccato a metà, con quattro a favore di Lazzarini (Luzi, Binelli, Piatti e Sasso) e quattro legati al neosegretario Pinti (Monti, Barosi, Sandroni e  Volpe). Un direttivo, insomma, spaccato proprio a metà.

A benedire l’elezione del neo-segretario, anche il ministro degli Interni, Roberto Maroni. E poi il sindaco di Varese, Attilio Fontana, e il presidente di Sea, Giuseppe Bonomi. Le prime parole di Pinti eletto segretario della Lega varesina? “Torniamo a divertirci, perchè fare politica è divertirsi”.

17 settembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “La Lega di Varese si spacca. E Pinti diventa segretario

  1. Roy1 il 17 settembre 2011, ore 13:20

    E’ forse antipatico fare confronti tra diverse fonti di informazione, ma colpisce la diversità tra il commento, intenso e chiaro, di Vareseport, e quello un po’ mieloso di Varesenews, dove Babbonatalemaroni porta regali e zucchero filato ai bambini buoni della Lega di Varese che applaudono contenti intonando una canzoncina.
    C’è una spietata lotta di potere in corso o no?
    E chi ha goduto per vent’anni del traino garantito dal condottiero Bossi ora che fa? prova a disarcionarlo perché è anziano e malato?

  2. ester il 17 settembre 2011, ore 16:07

    Mi pare che si divertano già abbastanza con le leve del potere in mano,tra il sigaro di Bossi,il Trota cuor contento, Fontana,poverino,che si piega suo malgrado e il nulla sovrano, quanto a risultati ottenuti,promesse fatte e cambiamenti sociali.

Rispondi