Varese

Sciopero dei sindaci, Fontana scrive al prefetto

Il sindaco Attilio Fontana

Sciopero dei sindaci, il 15 settembre, in tutta Italia, per protestare contro la manovra-killer, il provvedimento ammazza-Comuni. In vista di giovedì il sindaco di Varese, Attilio Fontana, scrive al prefetto per informarlo sull’iniziativa promossa dall’Anci.

Fontana scrive a Zanzi: “nella giornata del 15 settembre le funzioni esercitate  dal Sindaco in qualità di ufficiale del Governo, attraverso i relativi uffici del Comune – riguardanti  in particolare la tenuta dei registri di stato civile e di popolazione – potranno subire sospensioni temporanee nel corso della giornata lavorativa nell’erogazione dei relativi servizi”. E questo “a causa dello svolgimento di una iniziativa generale su tutto il territorio  nazionale  finalizzata a illustrare ai cittadini  gli effetti negativi sui servizi erogati dal Comune conseguenti alle norme contenute  nella manovra economico finanziaria approvata”.

Domani la riunione della giunta stabilirà quali iniziative organizzare a Varese per diffondere la protesta e informare la cittadinanza.

12 settembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Sciopero dei sindaci, Fontana scrive al prefetto

  1. gimocchiverdi il 12 settembre 2011, ore 22:09

    Sig Sindaco Fontana per protestare “contro al suo governo” creera’ un disservizio ai cittadini che si recheranno negli uffici da Lei citati per pratiche magari urgenti predendo permessi lavorativi per espletarli. Dato che la sua protesta ormai si protrae da diverso tempo con le varie inniziative da Lei promosse ma senza risultato e’ giunta l’ora della estrema razio, DIA LE DIMISSIONI DA SINDACO motivando che non le e’ possibile governare una citta’ come Varese senza i fondi necessari questo avrebbe senso e sicuramente non le manchera’ il sostegno di chi politicamente pensa diversamente ma si sente cittadino defraudato dei diritti ad avere servizi decenti per tutta la comunita’ Cordialita’

  2. Raffaella Greco il 13 settembre 2011, ore 10:29

    Carissimo Gimocchiverdi, condivido assolutamente col tuo pensiero in merito ai disservizi ai cittadini che sono già abbastanza penalizzati da questa manovra economica (cornuti e mazziati…).
    Dissento invece sulle dimissioni di Fontana perchè almeno questo sindaco ha la volontà di gridare e manifestare contro le disposizioni del governo. Dimettendosi lui vuoi che se non altro per gloria e potere un qualunque “cretino” che faccia il sindaco e subisca i tagli lo si trova!! Diamo ancora un po’di tempo a Fontana !! I cittadini, sono certa non andranno in comune giovedì 15, ma apprezzeranno sicuramente il Suo impegno!

Rispondi