Mantova

Il giovanissimo Calarco interviene al Festivaletteratura

Giovanni Calarco, poeta e traduttore

Si è aperto ieri a Mantova la quindicesima edizione di Festivaletteratura, che proseguirà nella città dei Gonzaga fino a domenica 11 settembre. Una grande kermesse dedicata ai lettori professionali, ai bibliofili, ai lettori saltuari, insomma a tutti coloro che, in un modo o nell’altro, nella loro vita, non sanno rinunciare ai libri. Il programma del festival mantovano è ricco e variegato, comprende quasi trecento eventi che si distribuiscono nei palazzi, nelle chiese, nei giardini e nelle piazze della città lombarda, richiamando ogni anno un pubblico straordinario, che spesso segue da anni il festival.

Numerosi i varesini che, tra il pubblico, seguiranno il festival nel fine settimana. Scappando dal basso profilo degli eventi spesso proposti nella loro città. E sfogliando tra i tanti eventi in programma, un varesino si trova anche dall’altra parte della barricata: si tratta di Giovanni Calarco, che domani venerdì 9 settembre, alle ore 18.45, presso l’Aula Magna dell’Università, interverrà nel dibattito dal titolo “Memorie dal Bloomsbury Group”, insieme ad Angelica Garnett, figlia della sorella di Virginia Woolf Vanessa Bell. L’ultimo libro della Garnett, “La verità nascosta” (pubblicato da La Tartaruga edizioni) è stato tradotto dal giovanissimo Calarco, un libro costituito da quattro racconti a metà tra autobiografia e fiction, tra riflessione e comprensione del proprio passato.

Calarco è certo il migliore tra i giovani poeti varesini, come ha già dimostrato con le sue letture pubbliche, come quelle tenute nella manifestazione “Finché vivi, splendi”, dove ha proposto un folgorante testo poetico che evocava la cultura ebraica. Si interessa da anni della Woolf, e resta memorabile una sua riflessione sulla letteratura al femminile (oltre alla Woolf, anche la Ginzburg e la dimenticata Lalla Romano) che ha tenuto a Varese presso il circolo culturale “La Piccola Fenice”. Calarco è nato nel 1991, ed è cresciuto fra Torino e Varese. Finalista al Foyle National Poets of the Year Award nel 2006, ha curato la parte biografica delle opere di Sara Teasdale (Crocetti, 2010), collaborando alle riviste “Poesia” (maggio 2010) e “Poliscritture” (ottobre 2010). Dopo un’esperienza a Londra, vive a Milano.

8 settembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Il giovanissimo Calarco interviene al Festivaletteratura

  1. ombretta diaferia il 8 settembre 2011, ore 16:27

    … ed orgogliosamente aggiungo
    il più giovane pubblicato ne carovana dei versi – poesia in azione abrigliasciolta (anno 2006…)
    quando i giovani prendono il volo….

Rispondi