Varese

Fontana, sindaco-leader amato dalla base leghista

Il sindaco di Varese, Attilio Fontana

Continua a dividersi tra gli impegni a Palazzo Estense e la battaglia contro la manovra del governo che vuole strangolare Comuni ed enti locali. Attilio Fontana ha visto crescere i suoi impegni, negli ultimi mesi, come battagliero presidente di Anci Lombardia. Sabato in piazza a Varese, oggi a Roma, a Montecitorio, con i sindaci dell’Anci. 

Non si è ancora spenta l’eco del flash mob che si è svolto sabato pomeriggio in piazza Monte Grappa a Varese. Un’iniziativa contro i tagli ai Comuni e gli prechi dell’amministrazione centrale, che ha visto il sindaco Fontana fortemente sostenuto dalla sezione varesina del Carroccio, a partire dal commissario Emanuele Monti, e con la presenza del capogruppo in Consiglio Comunale,  Giulio Moroni, ma con l’incredibile defezione degli assessori leghisti del Comune di Varese. Al contrario era presente il segretario provinciale del Carroccio, Stefano Candiani. Una protesta, possiamo dire, più supportata dai militanti leghisti e meno amata dagli esponenti delle istituzioni.

Oggi, invece, Fontana è volato a Roma dove si tiene la manifestazione promossa da Anci, Regioni e Upi, con l’obiettivo di chiedere, ancora una volta, cambiamenti alla manovra economica. Sindaci e amministratori locali, con Fontana in prima fila, in piazza Montecitorio a Roma,  terranno una forte iniziativa politica di tutto il comparto Regioni-Autonomie. All’iniziativa sono stati invitati amministratori degli enti territoriali, i rappresentati delle parti sociali e dei partiti.

5 settembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi