Varese

Alfieri (Pd): il flash mob lo facciano a Gemonio

I ministri leghisti Bossi e Calderoli

Suscita polemiche l’annunciato flash mob organizzato, questo pomeriggio alle 17, in centro a Varese, dalla sezione varesina del Carroccio, contro i tagli della manovra del governo agli enti locali. Protagonista della singolare e attesa iniziativa, sarà Attilio Fontana, sindaco di Varese  e presidente di Anci Lombardia, uno dei leader della protesta dei Comuni contro la finanziaria targata Tremonti.

Forte l’attacco al flash mob da parte del vice-segretario regionale del Partito Democratico, Alessandro Alfieri. “Tutte le proposte sono legittime – spiega Alfieri – ma quella della Lega rischia di trasformarsi in una inutile sceneggiata. Il flash mob vadano piuttosto a farlo a Gemonio dal loro capo, che insieme a Berlusconi, è il responsabile delle manovre che negli ultimi tre anni hanno strangolato gli enti locali. Ricordo che a Regioni e Comuni – continua il Consigliere Regionale del PD – sono stati tagliati lo scorso anno 5 miliardi di euro a cui si aggiungono i 6 miliardi di quest’anno, sancendo così la morte del federalismo fiscale. Al posto di chiedere un sacrificio a chi ha redditi alti o patrimoni cospicui il Governo di Bossi e Berlusconi ha deciso di colpire i soliti noti e tra questi ci sono Regioni e Comuni”.

Continua Alfieri: “Sempre più spesso le affermazioni di Fontana coincidono con le analisi e le proposte del Pd. Forse è bene che cominci a farsi qualche domanda e, sopratutto, a trarne le conseguenze. E’ un enorme problema di coerenza – conclude Alfieri – o la Lega stacca la spina a questa fallimentare esperienza di Governo oppure, anche inventandosi tutte le sceneggiate di piazza che vuole, resta connivente e responsabile dello sfascio dei nostri Comuni”.

3 settembre 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi