Varese

Viale Milano, viabilità strozzata tra i due cantieri

Si restringe la viabilità nel cantiere di viale Milano

Il mega-cantiere di viale Milano alle ultime battute. Esaurita la parte davanti alla stazione dello Stato, da qualche mese il cantiere è stato trasferito dalla parte della stazione delle Nord. Un super-cantiere che da più di un anno blocca uno snodo essenziale della viabilità cittadina, e di cui si prevede la sospirata conclusione entro il mese del prossimo ottobre. Una chiusura che conferma anche l’assessore ai Lavori Pubblici, Carlo Baroni.

Chiusa la parentesi del fallimento della ditta che iniziò i lavori, dal 5 maggio scorso i lavori sono ripartiti. Alla nuova inaugurazione del cantiere, il presidente di Ferrovie Nord,  Malugani, disse che il lavoro sarebbe stato concluso prima di ottobre. Ma più concertante è stata, in tutti questi mesi, la dichiarazione di assessori e tecnici che in questi mesi di viabilità provvisoria, il traffico si era fluidificato, scorreva più veloce. Forse sarebbe il caso di dare un’occhiata più attenta, soprattutto in via Orrigoni, e soprattutto in certe ore.

Il cantiere delle sorprese e dei tempi allungati, presenta ora un nuovo problema. A causa del parcheggio collocato davanti agli Artigiani, e realizzato quando si lavorava solo da quella parte, e della presenza del nuovo cantiere, in quel punto la viabilità è stata ulteriormente strozzata. Un vero collo di bottiglia che, tra i due spezzoni di cantiere, misura poco meno di quattro metri (3.75 per l’esattezza), e in cui passano due flussi di veicoli: quelli che giungono dalla Stazione dello Stato e quelli che arrivano da piazzale Kennedy. C’è poi l’ulteriore problema dei pedoni: passavano costeggiando il cantiere dalla parte delle Nord. Ora, avanzando il fronte di quel cantiere, si trovano a camminare, al riparo di alcune transenne di plastica (che a volte vengono pure spostate), quasi in mezzo alla strada.

Un nuovo disagio che si aggiunge a quelli vecchi, che da tempo vivono tanti, in particolare le attività c0mmerciali, che in passato avevano già manifestato la loro contrarietà per un progetto lungo e di forte impatto negativo sulle attività economiche della zona. inconveniente non da poco, che rende ancora più urgente la fine dei lavori in viale Milano.

27 agosto 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi