Politica

I piccoli Comuni dichiarano guerra a Calderoli

 

Il ministro Calderoli

Cresce l’attesa per la manifestazione che i sindaci terranno il 29 agosto a Milano in fascia tricolore, in concomitanza con il dibattito sulla manovra in Commissione al Senato. “Come delegazione ANCI – sottolinea Mauro Guerra, Vice presidente ANCI e coordinatore nazionale dei piccoli Comuni – abbiamo esposto al Ministro Calderoli tutte le ragioni per le quali chiediamo lo stralcio dell’art. 16 della manovra riguardante i piccoli comuni, rinnovando invece la disponibilità ad un confronto anche in tempi molto rapidi su una normativa da inserire nella carta delle autonomie di sostegno e promozione delle gestioni associate obbligatorie, delle unioni di comuni e delle fusioni volontarie”.

“Così come formulato – aggiunge Guerra – l’art. 16 non comporta alcun serio risparmio, offende gli amministratori dei piccoli comuni, impoverisce la democrazia e la partecipazione civica, crea un mostro istituzionale e penalizza le nostre comunità e i cittadini. Abbiamo indicato la via di veri e propri programmi di riordino istituzionale territoriali da concertare tra comuni interessati e regioni, anche con scadenze vincolanti e molto ravvicinate, il potenziamento dello strumento Unione dei Comuni, assistito da norme del federalismo municipale che accompagnino incentivandolo questo processo. Una riforma vera e seria, soprattutto utile per i cittadini, le famiglie, le imprese e le nostre comunità, che tragga il meglio delle altre esperienze in corso o realizzate in altri Paesi europei”.

“Il confronto – dice Guerra – è stato franco e approfondito. Il Ministro formulerà in questi giorni una nuova proposta. Se ci sarà la valuteremo in occasione delle riunioni della Consulta nazionale dei piccoli comuni, del coordinamento delle unioni e del direttivo di ANCI, già convocati a Roma per giovedì 25 agosto, e comunque nella manifestazione di Milano del 29 agosto. Nel frattempo rinnovo l’appello  a tenere alta la mobilitazione. L’articolo 16 va stralciato dalla manovra. Deve essere comunque cancellata l’abolizione di consigli e giunte comunali. Abbiamo invitato tutti i Sindaci dei comuni con meno di 5000 abitanti ad inviare in questi giorni, in segno di protesta e adesione alla mobilitazione,  il seguente telegramma al Presidente del Consiglio “Il 29 agosto con l’ANCI a Milano contro la chiusura dei piccoli comuni, i tagli alla democrazia e ai servizi”.

 

24 agosto 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “I piccoli Comuni dichiarano guerra a Calderoli

  1. Forza Nuova Varese via Facebook il 25 agosto 2011, ore 11:41

    E solo un bluff,non sono tagli ai costi della politica, ma solo tagli al sociale i piccoli comuni lottano quotidianamente contro lo spopolamento e la decolonizzazione dei servizi .dov’è finito il federalismo leghista

Rispondi