Dumenza

Il ladro della Monna Lisa ricordato a Dumenza

La Gioconda di Leonardo

Si trova, nel sito del Comue di Dumenza, paesino del Luinese, sotto il titolo “Forse non tutti sanno che…”, la vicenda di un celebre concittadino: quel Vincenzo Peruggia, stuccatore e decoratore, che esattamente un secolo fa mise a segno il furto della Gioconda di Leonardo, che si trovava, come oggi, al museo parigino del Louvre, un capolavoro che l’artigiano conservò per oltre due anni prima che fosse ritrovato. Un misto di imbarazzo e curiosità ha da sempre circondato questa vicenda, che ora, al centenario, è stata rievocata a Dumenza.

Ieri sera la Pro Loco ha organizzato una rappresentazione teatrale per ricordare l’impresa clamorosa che non viene ricordata con molto orgoglio, a partire dal sindaco Corrado Nazario Moro. Titolo della messa in scena “Il processo a Vincenzo Peruggia”, un testo scritto dal veneto Giovanni Epis, e con la regia di Simone Toffanin, uno spettacolo che è stato inserito tra gli eventi estivi.

“Sosteniamo la tesi che Peruggia sia stato un patriota – ha detto il regista. – Di Peruggia a Dumenza ce ne sono ancora diversi, ma i discendenti diretti di Vincenzo preferiscono stare defilati. L’unica figlia dell’uomo, Celestina, che aveva come soprannome Giocondina, è morta nel marzo scorso. In una intervista rilasciata alcuni fa e riportata sul sito del comune, ha spiegato alcuni aspetti della storia”.

21 agosto 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi