Sport

A Rebellin la Tre Valli delle polemiche

Davide Rebellin

Si è svolta la Tre Valli Varesine, che oggi ha tagliato il nastro della sua novantunesima edizione. Mai edizione di questa gara era stata al centro di polemiche come questa. In particolare, da parte del leader di Movimento Libero, Alessio Nicoletti,  è stata attaccata la scelta del Comune di Varese di mettere sul piatto 18 mila euro per una competizione che certo non vedeva la città giardino protagonista. Non solo: nella ditetta tv, ha detto ancora Nicoletti, non si è vista Varese, togliendo l’argomento estremo di chi ha difeso il finanziamento della gara: la visibilità che sarebbe derivata alla città dalla diretta tv.

Comunque, la Tre Valli si è corsa. E la vittoria è andata a Davide Rebellin, che ha sbaragliato i 146 concorrenti al via divisi in 19 squadre. Un atleta che aveva ottenuto il prestigioso podio nel ’98, e che oggi ha fatto bis dopo uno stop durato due stagioni. Una gara che ha visto diversi momenti interessanti, e tra questi l’attacco del 13° km. Rocchetti ha vinto il TV di Cardana, e al secondo passaggio da Luino, Brutt i aggiudicava il TV in memoria del prof. Aldo Sassi, per anni direttore del  Centro Mapei di Castellanza. In gara un ottimo Ivan Basso.

Ecco l’ordine d’arrivo: 1. Davide Rebellin km. 195 in 4 h. 42’30″ media 41.416, 2. Domenico Pozzovivo 4″, 3. Thibaut Pinot  a 7″, 4. Enrico Gasparotto, 5. Simon Clarke, 6. Egor Silin, 7. Federico Canuti , 8. Simone Stortoni, 9. Leonardo Bertagnolli, 10. Cesare Benedetti

16 agosto 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi