Varese

Protezione Civile, Palazzo Estense fa appello ai varesini

Volontari della Protezione civile di Varese

A tre giorni dal gravissimo incendio che ha distrutto i mezzi della Protezione civile del Comune di Varese, finalmente si fa vivo Palazzo Estense, e lo fa per bocca dell’assessore con delega alla Protezione civile, Stefano Clerici. Così dopo la reazione “a caldo” del sindaco Fontana, ora conosciamo ufficialmente come intende procedere il Comune.

“All’alba di martedì la nostra città ha subìto un vile attentato incendiario che ha mandato in fumo i mezzi e la sede della nostra Protezione Civile – dice Clerici -. Ancora non possiamo quantificare con aritmetica precisione i danni economici cui dovremo far fronte, ma si parla di non meno di 300 mila euro. Una cifra importante, certo, quanto lo è il danno psicologico subìto dai quasi 50 volontari che, in silenzio e nell’anonimato, mettono spesso a repentaglio la loro incolumità per aiutare chi si trova in pericolo, sul territorio varesino come a L’Aquila, per spegnere un incendio in montagna come per salvare un bagnante in difficoltà nel nostro lago, nel bel mezzo di
un’alluvione come sotto una fitta nevicata”.

Continua l’assessore comunale: “La Protezione Civile c’è sempre. E interviene dove c’è pericolo, senza chiedere mai nulla in cambio, in nome di quel valore, la Gratuità, di cui spesso ci scordiamo, dando per scontato che tutto ci sia dovuto. Ora è la Protezione Civile che ci chiede un aiuto, e sono certo che la nostra comunità cittadina risponderà generosamente, come sempre. Il Comune di Varese farà la sua parte, stanziando fondi straordinari per la sede e i mezzi andati distrutti, ma avremo comunque bisogno dell’aiuto di tutti”.

“La Provincia di Varese – sottolinea Clerici -, nella persona dell’Assessore Carioni, cui va il mio ringraziamento per aver deciso di sopperire alle inevitabili carenze operative della Protezione Civile cittadina con i suoi mezzi e i suoi uomini, organizzerà insieme a noi una festa, il cui ricavato andrà alla struttura varesina. Anche l’Assessore Regionale La Russa ha garantito il suo supporto con mezzi
e uomini, permettendoci di guardare con più serenità al futuro prossimo, nell’attesa di ricostituire il parco mezzi della Protezione Civile di Varese. Infine tanti, tantissimi Varesini hanno dato la loro disponibilità a  contribuire per ridare strumenti e dignità ai nostri volontari: a tutti loro va il ringraziamento mio, dell’Amministrazione Comunale e della Protezione Civile”.

Conclude l’assessore varesino: “Presto attiveremo un conto corrente dedicato per consentire ai tanti nostri generosi concittadini di dare il proprio personale contributo per la rinascita della Protezione Civile. Sono certo che anche gli imprenditori del nostro territorio vorranno partecipare a questa importante opera di ricostruzione che interessa tutti noi. Ai volontari voglio garantire il massimo impegno, la massima vicinanza, il massimo supporto da parte della politica e delle istituzioni: abbiate fiducia in noi, vi aiuteremo a ricostruire una Protezione Civile ancora più forte di prima”.

12 agosto 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Protezione Civile, Palazzo Estense fa appello ai varesini

  1. Catone il 13 agosto 2011, ore 15:17

    Va bene tutta l’enfasi che sino ad ora e’ stata messa per questo oscuro episodio. L’assessore Clerici lo ha definito “vile attentato” a chi, e perche ‘Andrei cauto a continuare a parlare per nulla nell’attesa che i carabinieri facciano i dovuti accertamenti e che vengano a capo di tutta la storia Poi si potra’ fare tutte le valutazioni del caso.

Rispondi