Saronno

Librandi (UI): riscopriamo l’orgoglio di essere italiani

Gianfranco Librandi

“E’ un momento difficile, l’economia globale sta rallentando, la crisi incombe ma gli Italiani non si possono fermare. Dobbiamo riscoprire l’orgoglio di essere italiani”. A parlare è il saronnese Gianfranco Librandi, segretario di Unione Italiana, il giovane partito politico che dell’importanza dell’unità e dell’italianità ha fatto la sua missione e il suo nome.

Librandi sulla attuale situazione politica ed economica del nostro Paese non ha dubbi: “Dobbiamo continuare ad andare avanti, arroccandoci come una testuggine romana davanti agli attacchi dei nemici, sulla difensiva, ma pronti a colpire. I governi che si sono succeduti non sono riusciti a tenere sotto controllo il debito pubblico ed ora, per evitare di andare a gambe per aria, siamo costretti a chiedere aiuto all’Europa dei forti, alla Francia e alla Germania”.

E allora qual è la ricetta per uscire dalla crisi? Dove trovare le risorse? “Dimostriamo che gli Italiani sono migliori dei loro governanti, riscopriamo l’orgoglio di essere Italiani – dice il segretario di Unione Italiana -. Stringiamo i denti, ancora una volta, ed accettiamo un’addizionale straordinaria dell’1-2 percento sui nostri redditi, per costituire un ‘Fondo di Emergenza nazionale’ che vada a ridurre il debito pubblico, un Fondo dove ognuno potrà anche versare cifre superiori, se lo vorrà e senza essere aggredito dal Fisco, e dove ogni politico, dal Presidente della Repubblica all’ultimo dei consiglieri comunali, accrediterà una mensilità del suo emolumento”.

“Adottiamo comportamenti sobri, risparmiamo energia e compriamo prodotti italiani, per aiutare le nostre imprese ed i nostri lavoratori – dice ancora Librandi -. E pretendiamo con forza e convinzione un taglio secco dei costi della politica del 50 per cento, senza trucchi e senza inganni”.

“Nei momenti di difficoltà – conclude il segretario di Unione Italiana – gli Italiani hanno sempre saputo unirsi e reagire, con forza, concretezza e spirito di sacrificio. Dimostriamo anche questa volta ai nostri governanti ed all’Europa che esiste un’ Italia fiera ed orgogliosa che nonostante le mille difficoltà non vuole arrendersi”.

9 agosto 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Librandi (UI): riscopriamo l’orgoglio di essere italiani

  1. Rete Avanti Tutta il 10 agosto 2011, ore 12:56

    Aumentare le tasse non se ne parla proprio, i parlamentari mangerebbero subito anche i soldi di queste tasse. Per ridurre il debito pubblico bisogna ridurre il numero dei parlamentari ed il loro stipendio. Inoltre bisogna diminuire drasticamente il numero dei dirigenti statali e dei prof. Universitari che al 70% sono imboscati. Bisogna diminuire drasticamente il numero dei generali nelle forze armate che non sanno più dove metterli. Eliminare gli enti provincia e tutti gli enti inutili.

Rispondi