Politica

A Venezia scendono in piazza i Comuni del Nord

Attilio Fontana, presidente di Anci Lombardia

Continua la mobilitazione dei Comuni contro la situazione prodotta dalla manovra finanziaria del governo. Con l’obiettivo di “richiamare la massima attenzione dell’opinione pubblica, delle Istituzioni, dei Partiti e delle Organizzazioni sociali ed economiche del nostro Paese, sulla pesante e grave situazione economico-finanziaria, ma anche istituzionale in cui versano tutti i Comuni’’.

E’ la motivazione alla base delle due iniziative di mobilitazione e di sensibilizzazione dei Sindaci e delle Amministrazioni comunali del Nord e del Centro Italia che l’Associazione dei Comuni italiani ha deciso di realizzare. Il primo appuntamento in calendario per i Comuni del Nord è previsto a Venezia a metà settembre, più precisamente il 14 settembre, cui seguirà, il giorno 23 settembre, a Perugia, la mobilitazione delle amministrazioni comunali del Centro.

Un’iniziativa forte, che si e’ resa necessaria ‘’alla luce di scelte di politica economica che mettono ai margini le Autonomie Locali su decisioni strategiche e/o contingenti e che vengono assunte in totale spregio e violazione anche di norme costituzionali, a partire dall’art. 114 Cost. che proclama il pari ruolo istituzionale di Comuni, Province, Regioni e Stato’’.

Causa scatenante della mobilitazione, come ribadito recentemente dallo stesso sindaco di Varese e presidente di Anci Lombardia, Attilio Fontana, la protesta dei Comuni per essere stati esclusi al Tavolo del governo con le parti sociali.

7 agosto 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi