Varese

Dario Galli: Zona franca? Parliamone il più possibile

Dario Galli a Monteviasco

Ancora si parla della commissione sulla Zona franca, annunciata in questi giorni come esito dell’impegno di Comune e Provincia di Varese. A presiederla Raffaella Greco, candidata sindaco per Unione Italiana alle ultime elezioni comunali di Varese. Uno status che, se riconosciuto, può portare siugnificativi benefici fiscali al capoluogo.

Un tema che i cronisti hanno proposto anche al presidente della Provincia di Varese, il leghista Dario Galli, in occasione del tradizionale incontro estivo con i media, che quest’anno si è tenuto a Monteviasco (Curiglia).

“Più si parla di Zona franca, più c’è la labile possibilità che possa essere portata a casa”, risponde Galli sulla commissione congiunta ipotizzata in questi giorni. Galli ha accennato alla situazione attuale, non nascondendo la sua preoccupazione. “Il nostro territorio continua ad essere pressato tra fiscalità italiana e concorrenza fiscale svizzera, non potrà sempre essere così”. Così come una crisi forte, sul fronte economico, preoccupa Galli: “Noi vediamo aziende che chiudono in Italia e riaprono in Svizzera, e questo perchè vanno alla ricerca di maggiori benefici”.

Resta il fatto che, un tema che Galli ricorda essere stato sempre un cavallo di battaglia leghista, deve trovare le condizioni giuste per svilupparsi e portare frutti. “Occorre trovare il ministro attento e il governo disponibile a sostenere la richiesta. Spesso, pur avendo idee giuste, non si vincono le battaglie”.

4 agosto 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Dario Galli: Zona franca? Parliamone il più possibile

  1. gimocchiverdi il 4 agosto 2011, ore 18:56

    Presidente Galli(spero ancora per poco)Lei come tutti noi vive in Italia e la fiscalita’ la fa il suo governo. IL Bossi – Berlusconi Le tasse e le agevolazioni vanno fatte su tutto il territorio nazionale, con una politica mirata, non con i particolarismi strappati in loco per farsi di nuovo eleggere. Occorre ridurre le spese dell’amministrazione pubblica e lei e’ tra i primi da depennare, come tutti i suoi colleghi delle provincie Italiane Con il risparmio si potra’ aiutare aziende a far meglio e migliorare in competivita’

Rispondi