Varese

Anche la Cgil dice no ai manifesti fasci a Tradate

I manifesti apparsi a Tradate

Anche la Cgil della provincia di Varese scende in campo decisa nel condannare i manifesti apparsi sui muri di Tradate che facevano gli auguri al duce del Fascismo. E lo fa con un duro comunicato.

“La Cgil di Varese esprime una ferma condanna per i manifesti apparsi sui muri di Tradate con gli “auguri di compleanno a Benito Mussolini”, a firma di un sedicente gruppo “Varese Ardita”. Se ancora una volta viene offesa la coscienza civile di tutti i cittadini tradatesi, è molto grave l’atteggiamento tenuto a nome dell’Amministrazione Comunale dal sindaco leghista Candiani, che – sollecitato a rimuoverli immediatamente – ha di fatto minimizzato l’episodio, scaricando la responsabilità della provocazione solo su chi ha concretamente affisso tali manifesti”.

Continua il seindacato della Camusso: “La Cgil invita tutte le forze democratiche e antifasciste a non abbassare la guardia e si dichiara da subito disponibile ad attivarsi per la più ampia mobilitazione sociale e istituzionale, rispondendo in maniera netta a questa nuova offesa di stampo neofascista. Occorre mettere un freno ad episodi di questo genere ed evitare che si possano ripetere, riaffermando con forza i valori di solidarietà , accoglienza e convivenza civile che sono sentimenti prevalenti sia a Tradate che nel resto della nostra provincia”.

1 agosto 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi