Gallarate

A Gallarate si sfalcia l’ambrosia. Occhio alle multe

Il Comune di Gallarate ricorda che è tuttora in vigore l’ordinanza che stabilisce l’obbligo di sfalcio per l’ambrosia artemisifolia. Il prossimo deve essere eseguito entro la seconda decade di agosto, quello successivo entro la terza decade di settembre. Sono tenuti all’operazione i proprietari, e i titolari di diritti reali di godimento, di beni immobili pubblici o privati e, in particolare, coloro che possiedono e utilizzano aree agricole non coltivate, aree verdi urbane incolte e zone industriali dismesse, ma anche i responsabili di cantieri edili, dell’Anas, della Società Autostrade, delle Ferrovie dello Stato.

Tutti sono invitati, inoltre, a curare i terreni di propria competenza provvedendo a contrastare la diffusione dell’ambrosia, attraverso la semina di colture intensive semplici (tappeto erboso o prato stabile). Coloro che non effettueranno lo sfalcio potranno ricevere una sanzione pecuniaria variabile a seconda dell’ampiezza dell’area infestata: dai 40 ai 500 euro per superfici inferiori ai 100 metri quadri, dagli 80 ai 500 per superfici maggiori.

Si ricorda che l’ambrosia artemisiifolia, il cui polline è fortemente allergizzante, rappresenta a tutti gli effetti una minaccia per la qualità della vita e per la salute di una percentuale consistente della popolazione. Informazioni dettagliate sulla pianta e immagini utili per imparare a riconoscerla si possono ottenere consultando il sito internet di Regione Lombardia ( www.sanita.regione.lombardia.it ) e digitando la parola “ambrosia” nello spazio “cerca nel sito”.

1 agosto 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi