Regione

Expo, Cattaneo: in Comune un clima di proclami

“Milano sull’Expo vuole collaborare o vuole prendere in giro le sedi istituzionali in cui si lavora insieme come ha fatto ieri con il Tavolo Lombardia?”. Lo ha detto l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo.

“Durante la seduta del Tavolo Lombardia – ha continuato Cattaneo – erano presenti esponenti del Governo, degli enti locali, i soggetti attuatori e tra questi l’assessore ai Lavori pubblici, Lucia Castellano, autorevoli dirigenti del Comune di Milano, i rappresentanti di Atm e di Metropolitana milanese, che sono più volte intervenuti e dove nessuno ha fatto presente rischi sulla realizzazione della M4. Successivamente, abbiamo appreso che emergevano in Giunta comunale, nelle stesse ore, delle criticità. Delle due l’una: o a Milano c’è una grande confusione oppure dobbiamo pensare che qualcuno non sia in buona fede”.

“E’ forse questo – ha sottolineato Cattaneo – il clima di proclami e contraddizioni a cui dovremo presto abituarci? E’ forse più probabile – ha concluso l’assessore regionale – che all’interno di Palazzo Marino ci sia qualche aspirante ‘tremontino’ che vuole fare il bello ed il cattivo tempo. Dato che le opere per Expo procedono nel rispetto del cronoprogramma, come comunicato al termine della seduta di lavoro, se qualcuno vuole decidere scientemente di boicottarle se ne dovrà assumere la responsabilità davanti alle istituzioni, ai cittadini e all’opinione pubblica”.

31 luglio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi